Investimenti

Cosa sapere per investire nella grafite

L’ABC dell’investitore in grafite, la materia prima da cui si ottiene il grafene, soprannominato “il materiale delle meraviglie”.

grafite

Quello della grafite è un mercato assai diverso da quelli, più conosciuti, dei metalli preziosi o dei metalli industriali.

Perciò è facile che chi lo approccia per la prima volta,  possa rimanere confuso. Considerando che il boom di questo minerale sta sollevando gli entusiasmi e la curiosità di molti investitori, vale la pena fare un pò di chiarezza sull’argomento.

Innanzitutto, i cosiddetti fiocchi di grafite vengono prodotti secondo alcuni formati standard industriali, che possono avere dimensioni diverse. Fiocchi più grandi dei 500 micron (chiamati anche jumbo), fiocchi tra i 300 e i 500 micron (fiocchi grandi), fiocchi tra i 150 e i 300 micron (mezzi fiocchi) e fiocchi inferiori ai 150 micron (fiocchi fini).

Non è da dare per scontato che se una miniera estrae fiocchi di buone dimensioni, sia automaticamente un buon investimento.

Inoltre, più il concentrato di grafite è alto e maggiore sarà il prezzo di vendita, considerando che tutte le nuove aziende minerarie offrono degli sconti per riuscire ad avere ordini sufficienti per smaltire tutta la propria produzione.

Più il concentrato di grafite è alto e maggiore sarà il prezzo di vendita

La purezza (percentuale di carbonio) e la dimensione del fiocco dipendono dal tipo di grafite: amorfa, a fiocchi o da vena.

La grafite amorfa  è costituita da particelle estremamente piccole e si trova in natura con livelli di purezza tra il 70 e il 90%.

La grafite a fiocchi, che è il tipo più comune, si trova in fiocchi liberi dentro le vene di grafite e i livelli di purezza variano dall’uno al 30%. Tuttavia, esistono alcuni depositi naturali con livelli di purezza che raggiungono anche il 70%.

Infine, la grafite da vena, che viene anche chiamata cristallino-venosa, esistente attualmente soltanto nello Sri Lanka. Ha generalmente un livello di purezza che varia dal 70 a oltre il 99%.


L’apertura di nuove miniere al di fuori della Cina e per il fatto che il mercato non sta crescendo sul fronte della domanda, specialmente per i gradi inferiori di purezza, nel 2015 ci sarà probabilmente un surplus dell’offerta.

Nel breve termine, probabilmente, potremmo assistere ad una diminuzione dei prezzi nei gradi di purezza inferiori e ad un piccolo aumento dei prezzi nei gradi di carbonio superiori.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Send this to friend