Produzione in discesa e prezzi in salita. Oggi è questo il mercato del rame!

Mentre la produzione delle miniere di rame è diminuita, i prezzi del metallo rosso hanno continuato a salire negli ultimi sei mesi.

La produzione mineraria di rame è diminuita ancora. Secondo l’International Copper Study Group (ICSG), nei primi 6 mesi di quest’anno, la discesa è stata dell’1 percento. Inoltre, il deficit di metallo rosso sul mercato globale è arrivato a 235.000 tonnellate.

Produzione mineraria che scende

I lettori che ci seguono sanno bene che il rallentamento più significativo della produzione si è verificato in aprile e maggio. In quel periodo, nel pieno del lockdown in molti paesi, la diminuzione è stata del 4%.

Ma in Perù, il secondo più grande produttore di rame, il calo è stato più drammatico. La pandemia di COVID-19, alcuni problemi operativi e le condizioni meteorologiche avverse hanno portato ad un calo del 20 percento della produzione mineraria nella prima metà del 2020.

Stesso andamento negativo, anche se non così accentuato, in Australia, in Canada, in Messico, in Mongolia e negli Stati Uniti. L’unico paese che si è salvato è il Cile (il principale produttore di rame del mondo), che ha aumentato la sua produzione mineraria del 2,6 percento.

Ma la produzione di rame raffinato aumenta

Nonostante il rallentamento delle miniere, la produzione mondiale di rame raffinato nella prima metà dell’anno è aumentata dell’1 percento. La produzione primaria è aumentata del 2,3 percento, mentre la produzione secondaria è diminuita del 5,2 percento.

A livello globale, le difficoltà di reperire rottami a causa dei blocchi per il COVID-19 e dei prezzi troppo bassi del rame hanno avuto un impatto negativo per le raffinerie secondarie.

Prezzi che puntano sempre verso l’alto

Come noto, quest’anno, i prezzi del rame sono aumentati grazie sia alla domanda che all’offerta cinese, fattori che sembrano continuare ad essere favorevoli ad una crescita delle quotazioni.

Il prezzo medio ad agosto del contratto cash al London Metal Exchange (LME) è balzato del 2,3 percento rispetto alla media del mese precedente, mentre la media dell’anno è ancora in calo del 4,4 percento rispetto alla media annuale del 2019.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***