Mercati

Terre rare dai fanghi rossi della Giamaica

Il Giappone avvia un importante progetto in Giamaica per ottenere terre rare dai fanghi rossi. Se l’impresa avesse successo, verranno creati nuovi posti di lavoro la popolazione giamaicana.

In Giamaica esiste un giacimento inutilizzato di terre rare, costituito dagli scarti della raffinazione della bauxite che sono più come fanghi rossi.

Il Giappone, alla disperata ricerca di approvvigionamenti di terre rare al di fuori dalla Cina, ha avviato un progetto insieme al governo giamaicano, per esplorare la fattibilità commerciale di una simile estrazione.

Se le ipotesi di un’alta concentrazione di terre rare nei fanghi rossi giamaicani, commercialmente sfruttabile, fosse confermata potrebbe essere una delle più grandi imprese della Giamaica. Il paese potrebbe iniziare ad esprimere il suo potenziale economico e arrivare ad un miglioramento degli standard di vita della popolazione.


È previsto che i ricercatori giapponesi, coadiuvati da quelli giamaicani, inizino a trattare circa 30 tonnellate di fango rosso, potenzialmente intrisi di terre rare, metalli essenziali per la produzione di smartphone, schermi al plasma, turbine eoliche, satellite e molti altri dispositivi indispensabili nella nostra società moderna.

La Nippon Light Metal ha previsto di investire 3 milioni di dollari nel progetto. Il governo della Giamaica spera che il nuovo progetto potrà creare molti posti di lavoro.

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend