Mercati

Stato di emergenza in Burkina Faso, quarto produttore di oro dell’Africa

I disordini degli ultimi giorni hanno fatto precipitare i prezzi delle azioni di tutte le società minerarie presenti nel paese, con i produttori di oro in testa.

Il presidente del Burkina Faso ha dichiarato lo stato di emergenza nel paese di fronte alle violente proteste che chiedono le sue dimissioni.

Il presidente Blaise Compaoré è al potere da 27 anni, ma i manifestanti sono scesi in piazza soltanto ora per far sentire la loro voce contro le proposte di modifiche costituzionali che gli avrebbero consentito di essere rieletto.

Gruppi di rivoltosi hanno dato fuoco al parlamento, al municipio e alle case di diversi parlamentari nella capitale, mentre proteste simili sono scoppiate in altre città del paese.

I militari hanno aperto il fuoco sui manifestanti a Ouagadougou e, secondo la BBC, almeno una persona è stata uccisa. Gli avvenimenti potrebbero essere collegati ad una tendenza rivoluzionaria più ampia riguardante tutta l’Africa Occidentale.

In questa situazione le compagnie minerarie presenti nel paese si sentono sotto pressione e temono che la situazione possa ulteriormente degenerare.

Il Burkina Faso è il quarto più grande produttore di oro in Africa e, dopo i disordini degli scorsi giorni, le aziende minerarie del paese hanno visto precipitare il prezzo delle proprie azioni.

Vero Gold Mining è scesa di circa l’8%, mentre Roxgold ha perso il 15%. Tutte le proprietà di entrambe le società sono a più di 100 chilometri di distanza dall’epicentro delle proteste, nella capitale del paese.

Anche altre società del settore presenti nel paese, come Randgold ResourcesIamgold hanno perso rispettivamente il 12% e il 5%.


Nel paese sono in vigore leggi e regole per il settore minerario che sono rimaste abbastanza stabili per tutti gli ultimi dieci anni. Tuttavia i disordini in corso potrebbero cambiare radicalmente le condizioni in cui le compagnie minerarie si stanno muovendo.

Quello che sta avvenendo in Burkina Faso è soltanto l’ennesimo caso di quelli che sono i rischi per gli investimenti in giurisdizioni non sicure.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend