Economia

Il piano cinese per abbattere il dollaro

Perchè la Cina sta comprando tanto oro fisico sul mercato internazionale? Qualcuno crede che non ci siano motivi speculativi ma un disegno più ampio per vincere la guerra valutaria mondiale.

Il piano cinese per abbattere il dollaro

In una recente conferenza rivolta agli investitori internazionali, un relatore ha concluso il proprio intervento con una frase emblematica: “Se pensate che sia tutta una questione di soldi, sbagliate. Nel mondo in cui viviamo oggi è tutta una questione di Cina!

La Cina, negli ultimi anni ha acquistato aggressivamente tutto l’oro fisico possibile. Sempre più osservatori internazionali vedono in questo comportamento un piano per rendere lo yuan, la valuta cinese, una valuta di riserva mondiale.

Ma c’è qualcuno che vede le cose diversamente. Il piano cinese non mirerebbe soltanto alla supremazia valutaria, ma all’eliminazione del dollaro statunitense come valuta di riserva mondiale. Ne sarebbe una prova il legame molto stretto tra Cina e Russia.

La Cina ha superato l’India come principale consumatore di metallo giallo in tutto il mondo

Nel corso dell’ultimo anno, la domanda di lingotti d’oro e gioielli ha avuto una salita record del 32% e la Cina ha superato l’India come principale consumatore di metallo giallo in tutto il mondo.

Se la Cina dovesse riuscire nel suo intento, l’impatto finanziario internazionale sarebbe tremendo e per gli Stati Uniti equivarrebbe ad un vero e proprio fallimento.


Naturalmente, questa politica cinese comporta una crescente attività di Pechino sul mercato dell’oro, con un vantaggio per tutto il settore che beneficerebbe di un importante fattore rialzista per le quotazioni del metallo giallo.

Per questi motivi, alcuni analisti ritengono che, prima o poi, si arriverà a un sistema di Gold Standard, che spazzerà via la Federal Reserve americana (FED) e che porterà ad una stagione molto favorevole per il mercato di tutte le materie prime, in modo particolare per tutti i metalli preziosi.

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA 

Libro Metalli Rari

Send this to friend