Terza-pagina

I luoghi più caldi della Terra

Alcuni zone del nostro pianeta sono delle vere e proprie fornaci infernali, a tal punto da non consentire nemmeno la presenza di stazioni meteo per rilevarne direttamente le temperature.

I luoghi più caldi della Terra

Quasi ovunque, l’arrivo dell’estate è atteso con impazienza come la fine del freddo inverno.

Ma in alcune zone del nostro pianeta, i mesi più caldi sono maledetti, mettendo a dura prova le capacità di resistenza fisica e di sopravvivenza di chiunque.

È facile farsene un’idea più precisa scorrendo la graduatoria dei 10 luoghi più caldi del mondo.

  1. Dasht-e Lut (Iran). È il luogo più caldo della Terra, nel deserto del Lut. Impraticabile per qualsiasi stazione meteorologica, le uniche misurazioni sono avvenute tramite satelliti della NASA, che lo hanno monitorato per 5 anni, registrando nel 2005 la temperatura record di 70,7 °C.
  2. Badlands (Australia). Sono così poche le persone che vivono in questa regione, che nessuna misurazione precisa della temperatura è mai stata effettuata. Nel 2003 un satellite della NASA ha registrato una temperatura sulla superficie del terreno di 69 °C.
  3. Montagne Flaming (Cina). Le montagne Flaming sono nella fascia del Tian Shan di Xinjiang, in Cina. Anche se non ospitano nessuna stazione meteorologica, un satellite della NASA ha registrato una delle più alte temperature mai misurate: quasi 67 °C.
  4. Death Valley (Stati Uniti). Situata nel deserto del Mojave in California, la Death Valley è la regione più secca e più calda del Nord America, oltre a detenere il record mondiale per la più alta temperatura mai registrata direttamente: quasi 57 °C.
  5. El Azizia (Libia). Il 13 settembre 1922, una stazione meteo ha registrato a El Azizia la più alta temperatura mai misurata direttamente sulla Terra: 58 °C. Tuttavia nel 2012 la World Meteorological Organization ha messo in dubbio che la misurazione non fosse stata eseguita correttamente.
  6. Rub ‘al-Khali (Penisola Arabica). Essendo il più grande deserto di sabbia di tutto il mondo, il Rub ‘al-Khali copre circa un terzo della penisola arabica. Il caldo raggiunge i 56 °C e le piogge sono quasi inesistenti.
  7. Kebili (Tunisia). È un’oasi nel deserto, nel cuore della Tunisia, dove la gente va per sfuggire al caldo del Nord Africa. Tuttavia, a Kebili il termometro supera i 55 °C. Nonostante il suo clima estremo, Kebili era abitata dall’uomo anche 200.000 anni fa.
  8. Timbuktu (Mali). Al crocevia di antiche rotte commerciali sahariane, la città era una volta un fiorente centro per la diffusione dell’Islam in tutta l’Africa. Anche se conserva ancora una popolazione stabile, così come una delle più grandi collezioni al mondo di antichi manoscritti, Timbuktu sta lentamente morendo a causa dello sconfinando del deserto del Sahara. Sono state registrate temperature al di sopra dei 55 °C.
  9. Tirat Zvi (Israele). È un kibbutz nella valle di Beit She’an, 235 metri sotto il livello del mare. Anche se il vicino fiume Giordano garantisce la fertilità della regione, in estate il sole è davvero rovente. Nel giugno 1942 è stata registrata la più alta temperatura mai ufficialmente misurata in Asia: 54 °C.
  10. Dallol (Etiopia). Questa città, situata nella depressione di Afar, detiene il record della più alta temperatura media annuale mai registrata. Dal 1960 al 1966 la media è stata di quasi 35 °C, ma le temperature diurne arrivano regolarmente a 38 °C. Attualmente, Dallol è una città fantasma, ma fino al 1960 era un insediamento minerario.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend