I prezzi del nichel si schiantano contro un muro

La grande corsa dei prezzi del nichel si è improvvisamente fermata. Per quale ragione? Il mercato si è accorto che non ci sarà deficit di metallo.

I prezzi del nichel si schiantano contro un muro

Qualche volta anche le grandi corse dei prezzi si schiantano contro un muro. Più o meno, quello che è appena successo al nichel.

Voci sulla carenza di metallo e sulla ruggente domanda di batterie, sostenevano il rally dei prezzi del nichel che, com’era prevedibile, non poteva durare per sempre.

Un’improvvisa ondata di vendite

La notizia che il gruppo cinese Tsingshan Holding ha firmato un contratto di un anno per la fornitura di nichel con Huayou Cobalt Co e con CNGR Advanced Material Co ha provocato un’improvvisa ondata di vendite. In base all’accordo, Tsingshan fornirà 60.000 tonnellate di nichel a Huayou e 40.000 tonnellate all’anno a CNGR, a partire da ottobre 2021. Tsingshan è il più grande produttore cinese di acciaio inossidabile.

Proprio mentre gli analisti stavano raccontando di un mercato del nichel impostato al rialzo, Reuter riportava tutti i dettagli sull’accordo Tsingshan e il mercato ha cominciato a svendere metallo.

Il nichel è sceso dell’8,5% a 15.945 dollari per tonnellata al London Metal Exchange (LME), registrando la più grande perdita infragiornaliera dal 2016. A Shanghai non è andata molto meglio visto che i prezzi sono calati del 6% con le quotazioni a 130.510 RMB per tonnellata (20.181 dollari).

La domanda è forte, ma l’offerta non è da meno

L’Economic Times riporta che Tsingshan prevede di fare altri investimenti in Indonesia, per portare quest’anno la sua produzione di nichel a 600.000 tonnellate. Ma, entro il 2023, vuole arrivare a 1,1 milioni di tonnellate.

Non ci sono dubbi che la domanda di metallo sia robusta, con prospettive a medio-lungo termine positive grazie alla domanda di acciaio inossidabile e di batterie. Tuttavia, l’offerta di mercato sembra sufficiente e la storiella di un grave deficit di metallo, di gran moda tra gli speculatori, si sta dimostrando poco credibile.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

*** I commenti sono per il momento disabilitati. Potete però commentare gli articoli sulle nostre pagine social su FACEBOOK e TWITTER ***