Mercati

Lo zinco arriverà a 4.000 dollari?

Secondo le ultime previsioni formulate dal CRU, i prezzi dello zinco sono destinati ad arrivare lontano, soprattutto a causa di un deficit di metallo sul mercato internazionale.

Lo zinco arriverà a 4.000 dollari?

I prezzi dei metalli industriali, durante gli ultimi anni, sono stati duramente colpiti dalla crisi economica globale.

Alcuni di essi continuano a scontare l’eccesso di offerta venutosi a creare come conseguenza del rallentamento dei consumi.

Tuttavia, per alcuni metalli, la situazione è completamente diversa. Basta guardare a cosa sta accadendo allo zinco.

Infatti, come tutti gli operatori di questo mercato conoscono da mesi, è atteso un grave deficit di zinco a causa delle chiusure di alcuni importanti produttori di metallo (“È arrivato il deficit dello zinco“).

I prezzi al London Metal Exchange (LME) hanno già cominciato a crescere e qualcuno prevede che nei prossimi anni raggiungeranno i 4.000 dollari a tonnellata.

È atteso un grave deficit di zinco a causa delle chiusure di alcuni importanti produttori di metallo

Considerando che lo zinco è attualmente scambiato a circa 2.400 dollari a tonnellata, vorrebbe dire un aumento di prezzo del 66% in pochi anni.

Molti osservatori credono che siano finiti i tempi in cui tutte le materie prime crescevano indistintamente e generavano profitti per tutti i partecipanti al mercato, periodo battezzato da qualcuno come il super-ciclo delle materie prime (“Il super-ciclo delle materie prime è finito?“).

Secondo il CRU Consulting, società di consulenza specializzata in minerali, metalli e fertilizzanti, la domanda globale di metalli e minerali crescerà, ma i prezzi saliranno soltanto per alcuni metalli e la selezione da parte degli investitori dovrà essere più attenta e ponderata. Lo zinco è uno dei fortunati metalli che dovrebbero dare delle ottime soddisfazioni agli investitori.


Entro il 2018 anche per l’alluminio aumenteranno i prezzi (+ 31%), oltre  che per molti metalli di base, per i quali la crescita sarà del 37%. L’acciaio crescerà del 19% mentre i prezzi dei metalli preziosi registreranno un aumento di soltanto il 3%.

Stando alle previsioni del CRU Consulting, chi ha investito su alcuni dei metalli industriali può dormire sonni tranquilli per i prossimi anni.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend