Mercati

I prezzi dell’uranio s’infiammano

In una sola settimana i prezzi dell’uranio hanno messo a segno una crescita sorprendente. È arrivato il momento che tutto il mercato attendeva?

Durante la scorsa settimana i prezzi dell’uranio hanno strappato, raggiungendo i 30 dollari a libbra.

In una sola settimana l’incremento per l’uranio U308 è stato del 4,3%. Naturalmente il mercato si chiede cosa stia succedendo, anche in considerazione del fatto il volume degli scambi è aumentato.

Il mercato è stato investito dalla confusione generata dalle sanzioni russe, che hanno catalizzato l’attenzione degli acquirenti.

Gli analisti prevedono che l’inizio dello sciopero porterà ad una crescita dei prezzi del metallo

Ma la scintilla che ha infiammato il mercato è stata la controversia, che potrebbe tradursi in uno sciopero, dei lavoratori della Cameco.

La società canadese, la più grande al mondo nel mercato dell’uranio, sta trattando con i propri dipendenti in quanto i contratti collettivi sono scaduti a fine anno. Fino ad ora non è stato trovato alcun accordo e la scorsa settimana il 92% dei lavoratori ha votato a favore di uno sciopero che potrebbe iniziare alla fine del mese, se non verrà trovata una soluzione.


Gli analisti prevedono che l’inizio dello sciopero, causando una perdita di volumi di metallo sul mercato internazionale, porterà ad una crescita dei prezzi dell’uranio e, nel contempo, ad una crescita delle azioni della Cameco.

Per gli investitori non è una sorpresa che le quotazioni dell’uranio abbiano cominciato a salire, piuttosto lo stupore nasce dal fatto che ciò non si sia verificato prima.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

metallirari.com

il tuo LIKE sarà di grande aiuto!

smile red

Send this to a friend