Terza-pagina

Le 10 Ferrari più costose del mondo

Per chi, oltre alla passione per le Ferrari non ha problemi di portafoglio, non ci sono milioni che tengano pur di riuscire a comprare qualche capolavoro della casa di Maranello.

Il marchio automobilistico più famoso del mondo, ha iniziato la sua vita nel 1929, a Modena, quando Enzo Ferrari fondò una scuderia da corse, per sponsorizzare piloti amatoriali.

Da allora, le autovetture rosse di Maranello continuano a far girare la testa a tutti gli appassionati di automobilismo e, alcuni fortunati tra loro, possono anche permettersi di comprarne una nuova o, ancora più costosa, d’epoca.

Per questo tipo di acquisti esistono due mercati, uno dove i prezzi sono pubblici e le vendite vengono organizzate da case d’asta, l’altro privato, dove i collezionisti multi-milionari vendono e acquistano autovetture senza mai rivelarne i prezzi. Esistono tutta una serie di motivi per i quali i collezionisti preferiscono nettamente il secondo mercato, rendendo assai difficile per il pubblico conoscere i valori reali dei gioielli dell’automobilismo mondiale.

Ciò nonostante e grazie ai prezzi disponibili durante le aste pubbliche o, nei rari casi in cui il proprietario decida di non nascondere il valore dei suoi acquisti, è possibile redigere una classifica delle 10 Ferrari più costose del mondo.

  1. FERRARI 250 GTO del 1962 (valore: 35 milioni di dollari). Nessuna autovettura di Maranello ha fatto più scalpore di questa quando, nel 2011, un uomo d’affari americano, Craig McCaw, ne ha comprata una per la cifra record di 35 milioni di dollari. È una degli unici 39 esemplari, realizzata per il leggendario pilota inglese Stirling Moss.
  2. FERRARI 250 TESTAROSSA del 1957 (valore: 16 milioni di dollari). Ne sono state prodotte 22, che sono state le prime Testa Rossa mai costruite. Il motore da 300 CV e 2.953 cc, è dotato di sei carburatori Weber 38 DCN e un cambio manuale a quattro marce. Ha corso anche nel team della scuderia Ferrari a Le Mans, nel 1958.
  3. FERRARI 250 GT SWB CALIFORNIA SPYDER del 1961 (valore: 12 milioni di dollari). Questa autovettura, disegnata da Pininfarina e costruita da Scaglietti, è una delle più ricercate dai miliardari appassionati della casa di Maranello. Quando nel 2008 il presentatore radiofonico britannico Chris Evans ne comprò una per 12 milioni di dollari, stabilì il record, che non durò a lungo, della Ferrari più costosa del mondo.
  4. FERRARI 250 GT SWB del 1959 (valore: 7 milioni di dollari). Costruita in soli 150 esemplari, ha una versione stradale e una da gara. È il risultato del lavoro svolto negli anni ’50 dall’officina di Maranello per sviluppare un motore e un telaio straordinari per l’epoca. Il design è di Pininfarina
  5. FERRARI 625 TRC SPIDER del 1957 (valore: 6,5 milioni di dollari). Con un peso di soli 1.500 chili e un motore V12 da 320 CV, è stata una delle auto più veloci del mondo. È conosciuta come la “più bella autovettura mai realizzata”.
  6. FERRARI 340/375 MM BERLINETTA COMPETIZIONE del 1953 (valore: 5,7 milioni di dollari). Delle tre autovetture realizzate, ne esistono ancora soltanto due. Nel 1995, Bernie Ecclestone ne ha acquistato una, per poi rivenderla al collezionista Jon Shirley.
  7. FERRARI 412S del 1958 (valore: 5,6 milioni di dollari). Progettata per le competizioni americane SCCA, era la più potente Ferrari dell’epoca e la prima ad essere dotata di freni a disco.
  8. FERRARI 330 P3 del 1966 (valore: 5,6 milioni di dollari). Era una vettura innovativa che montava, per la prima volta, portiere in vetro-resina, anziché in alluminio. Il sedile era posizionato quasi al centro dell’auto.
  9. FERRARI P4/5 del 2006 (valore: 4 milioni di dollari). È stata disegnata su misura per il magnate americano James Glickenhaus da Pininfarina. Per questa autovettura sono stati progettati appositamente 200 nuovi componenti.
  10. FERRARI FXX EVOLUZIONE (valore: 1,8 milioni di dollari). Costruita in soli tre esemplari, ha un motore V12 da 6,3 litri e una cilindrata da 6.262 cc. Un nuovo sistema di controllo della trazione consente al conducente la regolazione di nove impostazioni di guida, permettendo all’autovettura di adattarsi al conducente e non viceversa.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend