Tecnologia e Scienza

Utilizzo del molibdeno nei settori energia ed elettronica

I rapidi cambiamenti tecnologici nel settore dei pannelli solari, richiederanno l’impiego si sempre maggiori quantità di molibdeno.

Utilizzo del molibdeno nei settori energia ed elettronica

Negli ultimi anni il molibdeno ha trovato nuovi importanti utilizzi grazie alla crescita dei mercati dell’elettronica e dell’energia. 

In particolare, questo metallo viene usato per gli elettrodi dei pannelli solari di tipo CIGS (una tecnologia che impiega rame, indio, gallio e selenio) e in prospettiva troverà sempre più spazio in questo settore poiché ha caratteristiche uniche nell’aderire perfettamente agli strati e substrati attivi dei pannelli solari. È previsto un forte aumento anche nel settore CdTe (pannelli solari a moduli in cadmio/tellurio), tecnologia che prevedibilmente soppianterà quella basata sul silicio.

Nel settore dell’elettronica il molibdeno è impiegato in applicazioni convenzionali, quali componenti per sistemi a raggi-X o magnetron (valvola termoionica per microonde). Tuttavia, a causa del suo alto costo lo si usa, ove possibile, in combinazione con altri metalli più economici come per esempio l’alluminio.

Secondo l’ultima ricerca effettata nel 2011 dalla società NanoMarkets, i fattori sopra descritti porteranno ad una maggiore richiesta di molibdeno da parte del mercato internazionale.

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Send this to friend