Società

L’unico paese al mondo dove McDonald’s ha fallito

Esistono pochi paesi al mondo dove McDonald’s non è presente. In alcuni casi è per divieti politici, ma in Bolivia è stato proprio il mercato a buttare fuori il re degli hamburger.

La più grande catena di ristoranti fast food del mondo, con un fatturato che supera i 25 miliardi di dollari, non conosceva il sapore della sconfitta fino a quando non ha deciso di sbarcare in Bolivia.

Quando nel 1997 ha aperto il suo primo punto vendita a 3.600 metri sul livello del mare, Roberto Udler, un noto imprenditore boliviano, pensava di fare un ottimo affare. Tra l’altro, il menù includeva mate con foglie di coca, un’infusione che riduce gli effetti dell’altitudine, soprattutto nelle prime ore dopo l’arrivo a La Paz, la metropoli più alta del mondo.

Ma nel 2002 gli otto McDonald’s del paese, sparsi tra La Paz, Cochabamba e Santa Cruz,hanno dovuto chiudere per motivi economici. L’empanada, il tipico piatto boliviano, aveva battuto l’hamburger americano.

I boliviani non si accontentano di un hamburger sintetico

Perché i boliviani hanno voltato le spalle a McDonald’s? Innanzitutto il prezzo. Mangiare un hamburger costa 25 pesos (3 dollari), quando un menù in un ristorante costa 7 pesos (meno di 1 dollaro).

Ma non è stata l’unica ragione. Infatti, la forza della cultura gastronomica boliviana è così forte da schiacciare anche il re degli hamburger. Anche se McDonald’s ha cercato di abituarsi alla cultura boliviana, compresa la tipica salsa boliviana llajwa e suonando musica folcloristica mentre i clienti mangiavano, non c’è stato niente da fare. Per i boliviani, i prodotti di McDonald’s erano cattivi e sintetici, con un gusto di plastica completamente diverso da quello a cui sono abituati.

Le empanadas salteñas, il pan con queso, il fricasé, il majadito o il silpancho sono piatti tipici che per i boliviani valgono di più di un hamburger di carne.

Inoltre, la multinazionale americana non gode di una buona immagine da quelle parti. L’ex presidente boliviano Evo Morales, in proposito, aveva dichiarato: “McDonald non è interessato alla salute degli esseri umani, solo al guadagno e profitto dell’impresa“.

Qualche volta, anche i giganti vengono presi a schiaffi!

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend