Economia

Top 10 dei paesi produttori di fosfati

Una panoramica completa dei 10 più importanti paesi produttori di fosfati, elementi indispensabili al nutrimento della terra.

Fosfato e potassa sono impiegati soprattutto per la produzione di fertilizzanti per l’agricoltura e per integratori alimentari per gli animali. Soltanto il 5% della produzione mondiale viene utilizzata in altre applicazioni come, ad esempio, l’edilizia, saponi e detergenti.

Secondo recenti stime, il crescente fabbisogno mondiale di cibo spingerà la domanda globale di fosfati da 44,5 milioni di tonnellate (2016) a 48,9 milioni di tonnellate nel 2020. Per fortuna, anche la produzione è prevista in crescita del 2% fino al 2020, con in testa i paesi produttori dell’Africa e del Medio Oriente.

Interessante il caso del Marocco che, entro il 2020, raddoppierà la propria produzione grazie all’espansione delle miniere e a nuovi impianti di trasformazione.

Allo stato attuale, secondo gli ultimi dati del US Geological Survey (USGS) riferiti al 2016, i primi 10 paesi produttori di fosfati del mondo sono i seguenti.

1

CINA (produzione mineraria: 138 milioni di tonnellate). Il paese detiene le seconde più grandi riserve di fosfati del mondo, pari a 3,1 miliardi di tonnellate.

2

MAROCCO E SAHARA OCCIDENTALE (produzione mineraria: 30 milioni di tonnellate). Hanno le più grandi riserve del mondo (50 miliardi di tonnellate). Il Sahara Occidentale, considerato parte del Marocco, è in realtà un territorio conteso aspirante all’indipendenza.

3

STATI UNITI (produzione mineraria: 27,8 milioni di tonnellate). Producono fosfati soprattutto in Florida e Nord Carolina, che hanno rappresentano oltre il 75% della produzione nazionale.

4

RUSSIA (produzione mineraria: 11,6 milioni di tonnellate). Produzione in calo rispetto al 2015 ma, prospetticamente, il paese potrebbe beneficiare del fabbisogno europeo di fertilizzanti a basso grado di cadmio.

5

GIORDANIA (produzione mineraria: 8,3 milioni di tonnellate). Il paese possiede riserve stimate in 1,2 miliardi di tonnellate di fosfato.

6

BRASILE (produzione mineraria: 6,5 milioni di tonnellate). Il paese sta attraversando un periodo di forte espansione del settore agricolo ed è il quinto più grande consumatore di fertilizzanti nel mondo. La domanda interna del paese, fino al 2025, è destinata a crescere due volte più veloce del resto del mondo.

7

EGITTO (produzione mineraria: 5,5 milioni di tonnellate). Nel 2018 verrà avviato un nuovo importante impianto, che porterà ad un aumento della produzione nazionale.

8

ARABIA SAUDITA (produzione mineraria: 4 milioni di tonnellate). Aumento del 3,3% della produzione per l’Arabia Saudita rispetto al 2015.

8

PERÙ (produzione mineraria: 4 milioni di tonnellate). I livelli produttivi peruviani sono rimasti invariati rispetto al 2015.

10

ISRAELE (produzione mineraria: 3,5 milioni di tonnellate). La principale azienda del paese è la Israel Chemicals.

10

TUNISIA (produzione mineraria: 3,5 milioni di tonnellate). Il paese  prevede di raddoppiare la produzione nel 2017, anche se, nel corso degli ultimi anni, ha avuto problemi con manifestazioni di protesta che hanno bloccato le spedizioni.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend