Svizzera e Dubai non sono più Paradisi Fiscali per la UE

I ministri delle finanze dell’Unione Europea hanno rimosso alcuni paesi dalla lista dei paradisi fiscali. Tra questi anche Svizzera ed Emirati Arabi Uniti.

Svizzera e Dubai non sono più Paradisi Fiscali per la UE

Tra tante polemiche e malumori, l’Unione Europea (UE) ha deciso di riabilitare la reputazione fiscale di alcuni importanti paesi come la Svizzera e gli Emirati Arabi Uniti, oltre che Mauritius e Isole Marshall.

Tecnicamente, questi paesi non sono più nella lista nera, o in quella grigia, dei Paradisi Fiscali.

Lista nera e lista grigia

La UE aveva creato la lista nera e la lista grigia a dicembre 2017, dopo che erano venute a galla casi clamorosi di evasione fiscale, ad opera sia di società che di persone facoltose.

Per le nazioni inserite in queste liste, soprattutto nella lista nera, le conseguenze non sono irrilevanti. Infatti, oltre ai danni alla reputazione, i paesi dentro la lista sono sottoposti a controlli più severi sulle transazioni con la UE. Inoltre, sussiste il divieto di ricevere aiuti europei o finanziamenti per lo sviluppo. 

Gli Emirati Arabi Uniti, il più grande centro finanziario che era rimasto sulla lista nera, sono stati rimossi dopo l’adozione di nuove regole per tutte le attività offshore. Una di queste, richiesta dalla UE, riguardava le società che non hanno una reale attività economica, ma che fungono soltanto da copertura allo scopo di evitare tasse e imposte.

Adesso la black-list è quasi vuota

La Svizzera era invece nella lista grigia. Da qui è stata rimossa, grazie al suo impegno nel rendere le proprie regole fiscali conformi alle norme UE.

Adesso, nella famigerata black-list UE rimangono solo nove giurisdizioni. Di queste tre sono negli Stati Uniti e le restanti si trovano in isole del Pacifico che hanno pochi legami finanziari con la UE.

Ma non tutti sono contenti del nuovo stato di cose. Gli attivisti fiscali hanno denunciato che si tratta di un colpo di spugna per motivi politici. Secondo l’associazione Oxfam, la UE ha graziato due dei paradisi fiscali più dannosi del mondo, riferendosi alla riabilitazione della Svizzera e delle Mauritius.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend