Surplus di piombo e deficit di zinco per il 2019

Tutti i dati e le previsioni che riguardano il mercato dello zinco e del piombo, appena pubblicate dall’International Lead and Zinc Study Group.

Surplus di piombo e deficit di zinco per il 2019

Come tutti gli anni, sono state pubblicate le previsioni dell’International Lead and Zinc Study Group (ILZSG) riguardanti piombo e zinco.

In estrema sintesi, l’ILZSG prevede un surplus di piombo e una domanda di zinco che supera l’offerta.

Piombo in eccedenza

Nel caso del piombo, nel 2019 ci sarà un surplus di piombo di 71.000 tonnellate.

La domanda globale è diminuita dello 0,2% nel 2018, ma si prevede che salirà dell’1,2% quest’anno, per raggiungere 11,87 milioni di tonnellate. Secondo l’ILZSG, un aumento dei consumi in India, Giappone e Corea del Sud contribuirà a compensare un calo dell’1,1% previsto in Cina. Nel frattempo, si prevede un aumento di piombo negli Stati Uniti e in Europa, rispettivamente dell’1,1% e dell’1,8%.

Sul lato dell’offerta, la produzione mondiale è prevista in aumento dell’1,8% (4,75 milioni di tonnellate). L’aumento è in gran parte dovuto alla crescita della produzione mineraria in Cina e in India, oltre agli aumenti previsti in Canada, in Europa e in Sud Africa.

Inoltre, le previsioni dell’ILZSG dicono che la produzione di piombo raffinato aumenterà del 2,5% (11,94 milioni di tonnellate), grazie alla Cina e all’India. Ma anche in Australia la produzione raffinata dovrebbe aumentare del 14,3%.

Manca zinco

A differenza del piombo, lo zinco è previsto in deficit quest’anno, con una domanda che supererà l’offerta di 121.000 tonnellate. La domanda è prevista in aumento dello 0,6% e raggiungerà 13,77 milioni di tonnellate.

I consumi aumenteranno dello 0,7% in Europa, ma cresceranno anche in India e in Messico.

Per quanto riguarda l’offerta, la produzione di zinco è prevista in aumento del 6,2% rispetto all’1,3% nel 2018. Come nel caso del piombo, la produzione mineraria di zinco dovrebbe aumentare in Australia (29,4%). Al contrario, la produzione delle miniere negli Stati Uniti dovrebbe scendere del 2,3%.

Si stima che la produzione di zinco raffinato aumenterà del 3,6% a 13,65 milioni di tonnellate. Ciò anche grazie alla produzione cinese, prevista in aumento del 5,3% dopo un calo del 3,1% nel 2018.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend