Investimenti

Scoperto il diamante più grande dell’Angola

Un diamante da oltre 404 carati è venuto alla luce in Angola. L’azienda proprietaria ha visto schizzare il valore delle proprie azioni di oltre il 40%.

Non capita tutti i giorni di trovare un diamante da 404,2 carati (valore approssimato: 200 milioni di euro).

Anche per una società diamantifera dell’importanza della Lucapa Diamond Company, società australiana attiva soprattutto in Angola, la scoperta di una pietra (tipo 2a, colore D) di simili dimensioni  è sorprendente.

La straordinaria gemma è stata rinvenuta all’inizio di febbraio nella concessione di Lulo, Lunda Norte nel cuore dell’Angola, area di vasti depositi alluvionali che producono pietre preziose di qualità eccezionale. È diventata la pietra dei record: la più grande mai trovata in Angola e la più grande mai rinvenuta da una società australiana. È il ventisettesimo diamante più grande del mondo.

Quando è stata data la notizia, le quotazioni del titolo della Lucapa Diamond Company all’Australian Securities Exchange (ASX) sono balzate verso l’alto di oltre il 40%.

All’annuncio della notizia le quotazioni della Lucapa Diamond Company sono balzate verso l’alto di oltre il 40%

Inoltre, l’azienda australiana rimane molto fiduciosa nelle ricche potenzialità di Lulo, in concessione in partnership con la società statale Endiama, che ha già dato alla luce altri tre diamanti da più di 100 carati.

L’ultima grande scoperta diamantifera nel paese africano risale al 2007, quando nella miniera di Luarica venne trovata la Angolan Star di 217,4 carati. Adesso, i riflettori tornano ad accendersi sull’Angola, spesso oscurata dal vicino Botswana, quarto produttore di diamanti a livello mondiale (“I 5 più grandi produttori di diamanti del mondo“).


In passato la reputazione dell’Angola come paese produttore di diamanti è stata assai sinistra. Infatti, non più tardi di un anno fa, un reportage che ha fatto il giro del mondo, aveva denunciato le violenze e le uccisioni che avvenivano sistematicamente nei depositi di diamanti del paese, tali da valergli il soprannome di diamanti insanguinati.

Attualmente, gli sforzi del paese sono concentrati nel tentativo di riparare a quell’immagine drammatica.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend