Le scarpe italiane più famose del mondo

L’Italia è famosa in tutto il mondo per lo stile, la moda e l’alta qualità delle scarpe. I designer più celebri hanno spesso alle spalle origini umili e una storia di grandi sacrifici ma di altrettanto grandi successi. Ecco chi sono…

Brio, competenze e maestria tutte italiane trovano una delle loro espressioni in un prodotto per il quale tutte le donne vanno pazze: le scarpe.

Moda all’avanguardia e pelletteria di alta qualità sono alla base dei successi di quelli che possiamo chiamare, con un termine che non deve sembrare riduttivo, i calzolai italiani. Anche perchè, questi calzolai sono stilisti che hanno lasciato il segno su tutte le più importanti passerelle della moda mondiale.

Le scarpe sono proprio uno di quei prodotti che, negli anni, hanno contribuito ad affermare su scala globale il marchio Made in Italy. A tutt’oggi, per chi vuole acquistare calzature di qualità, griffate o meno, non ci sono molte scelte al di fuori dell’Italia.

Ma andiamo a vedere quali sono le marche italiane di scarpe che si sono maggiormente affermate nel mondo e che sono entrate nella classifica delle 9 scarpe italiane più famose del mondo.

1

GIUSEPPE ZANOTTI

I disegni funky di queste scarpe le hanno rese le preferite di Lady Gaga. Nato nella piccola città di San Mauro Pascoli (Rimini), Giuseppe Zanotti ha lavorato come DJ negli anni ’80 e poi si è dedicato alla progettazione di scarpe. Dopo avere rilevato la fabbrica di scarpe Vicini, nel 1994, lanciò la sua prima collezione.

2

SERGIO ROSSI

Il marchio è nato dal figlio di un ciabattino, nato anche lui a San Mauro Pascoli. Sergio Rossi iniziò la sua carriera negli anni ’50, a Milano, dove imparò a sfruttare al meglio la sua passione per le forme. Quando arrivarono gli anni ’60, iniziò a vendere i suoi modelli fatti a mano alle boutique di Bologna e, arrivati gli anni ’70 cominciò a collaborare con Gianni Versace e poi con Dolce & Gabbana. Ad oggi, la proprietà del marchio è del gruppo francese Kering, della famiglia Pinault.

3

SALVATORE FERRAGAMO

Salvatore Ferragamo lasciò la Campania nel 1914, quando era ancora un adolescente, per cercare fortuna negli Stati Uniti. Il suo design audace e colorato, trovò il favore dell’élite di Hollywood e, negli anni Venti, era già conosciuto come il calzolaio delle Star. Creò scarpe per grandi nomi come Douglas Fairbanks, Mary Pickford, Judy Garland e Marilyn Monroe. Dopo la sua morte, nel 1960, la sua famiglia continuò l’attività, trasformando l’azienda in una fashion house.

4

GUCCI

La casa di moda Gucci nasce da un’azienda di valigie fondata da Guccio Gucci a Firenze nel 1921. Molti dei clienti esclusivi di Gucci erano amanti dei cavalli, portando l’azienda a scegliere come icona la miniatura del morso da cavallo. Con il tempo, il suo famoso mocassino divenne il segno distintivo del jetset internazionale. Negli anni ’90 l’azienda aveva come direttore creativo, Tom Ford, il famoso designer americano. Attualmente, la parte creativa è nelle mani della designer italiana Frida Giannini.

5

ELSA SCHIAPARELLI

Conosciuta per i suoi stravaganti disegni surrealisti, nel 1937 Elsa Schiaparelli creò un cappello-scarpa con l’aiuto dell’artista spagnolo Salvador Dalí. Ha prodotto alcune delle scarpe più insolite del mondo, con i leggendari designer francesi André Perugia e Roger Vivier. Elsa Schiapparelli e André Perugia crearono un paio di stivaletti in pelle scamosciata con il tacco alto, per la collezione Circus nel 1938, che sono passati alla storia delle calzature.

6

BRUNO MAGLI

L’azienda nasce dagli sforzi di due fratelli, Marino e Bruno, e della loro sorella Maria. I fratelli impararono a fare le scarpe dal padre ciabattino, prima di aprire un laboratorio nel seminterrato della casa di famiglia, a Bologna. Hanno fondato la loro prima fabbrica nel 1936 e, dopo la seconda guerra mondiale, l’attività è decollata con l’apertura del loro primo negozio. Negli anni ’60, il mocassino Magli era di gran moda e molte celebrità lo indossavano (Sophia Loren e Christina Onassis). Oggi, l’azienda è nelle mani del gestore patrimoniale svizzero Da Vinci Invest.

7

ALBERTO FERMANI

L’azienda fu fondatata da Alberto Fermani nel 1960 e poi è passata nelle mani del figlio Matteo. Le calzature Alberto Fermani sono vendute nelle boutique più esclusive di oltre 20 paesi del mondo. Con la sede storica a Petriolo nelle Marche, l’azienda è nata da un piccolo laboratorio in cui Alberto realizzava le scarpe a mano. L’azienda realizza ancora calzature rifinite a mano con particolare attenzione ai disegni tradizionali, agli stili casual, alle pelli naturali e al comfort. Recentemente, l’azienda ha cambiato proprietà e la produzione dovrebbe continuare in Veneto.

8

TOD’S

Tod’s nasce da un’idea dell’imprenditore Diego Della Valle. Suo padre, Filippo, e il nonno, Dorino, erano entrambi ciabattini. Tod’s è diventato un marchio internazionale grazie al lavoro di esperti di business e di marketing. È diventato celebre il fatto che Diego Della Valle convinse Gianni Agnelli, proprietario e presidente della Fiat, ad indossare i mocassini Tod’s durante le partite di calcio trasmesse in televisione.

9

PRADA

Conosciuto per la sua capacità artigianale nel creare capi in pelle, Prada è entrato sul mercato delle calzature nel 1983, grazie a Miuccia Prada. Da allora, l’azienda ha creato scarpe, stivali e sandali in plastica, nylon e pelle, diventate tra le calzature più desiderate in tutto il mondo.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

1 Commento

  1. Da ex fabbricante di calzature vi faccio presente che vi siete dimenticati di nominare uno dei migliori se non il migliore artista del settore “René Caovilla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.