Mercati

Rame ancora giù, ma il trend a lungo termine è ancora al rialzo

Il mercato del rame ha innescato la retromarcia. A spingerlo verso il basso le crescenti tensioni commerciali tra USA e Cina.

Nelle ultime settimane, i prezzi del rame hanno piegato verso il basso, evidenziando una tendenza al ribasso nel breve termine. A giugno, al London Metal Exchange (LME), avevano toccato i 7.316 dollari a tonnellata e, adesso, sono diminuiti di oltre il 12%.

La tendenza al ribasso appare netta, poiché i prezzi sono scesi a livelli che non si vedevano dall’ottobre dello scorso anno. Inoltre, con la debole domanda estiva e le nuove tensioni commerciali, i prezzi potrebbero indebolirsi ulteriormente.

Le tensioni commerciali USA-Cina fanno male al rame

Quando parliamo di tensioni commerciali, naturalmente, facciamo riferimento a quanto sta accadendo tra Cina e Stati Uniti. La Cina rappresenta quasi la metà del consumo globale di metallo rosso, circa 24 milioni di tonnellate. Se le esportazioni dei prodotti cinesi caleranno, i prezzi del rame, con ogni probabilità, scenderanno.

Ma anche gli investitori ne soffrono. Infatti, per ridurre il rischio fino a quando la tensioni commerciali non scenderanno, preferiscono non comprare rame. Ciò, insieme alla domanda più debole in Cina, sta spingendo la tendenza al ribasso.

Interessante, per capire meglio gli sviluppi del mercato, il caso del rottame di rame cinese.

I prezzi LME e i prezzi del rottame del rame cinese tendono a seguire la stessa tendenza. Entrambi sembrano seguire attualmente una tendenza al rialzo a lungo termine. Tuttavia, entrambi, sono diminuiti di nuovo questo mese. Nonostante seguano lo stesso trend ribassista a breve termine, lo spread si è ampliato. Maggiore è lo spread, maggiore è il consumo di rottame di rame e, quindi, il prezzo.

Lo scorso anno la Cina ha vietato l’importazione di rifiuti e rottami. Tuttavia, il divieto ha incrementato la produzione di rame in altre forme. A maggio, le importazioni cinesi di rame hanno raggiunto i livelli massimi degli ultimi 17 mesi, grazie alla forte domanda del settori manifatturiero e di quello edile.

Considerando quanto detto e ricordando che il trend a lungo termine dei prezzi è ancora rialzista, è meglio non illudersi di poter comprare metallo rosso a prezzi sempre più bassi. La stagione dei grandi saldi non arriverà e i momenti di debolezza delle prossime settimane o mesi potrebbero rivelarsi delle buone occasioni di acquisto.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend