Quando la sorpresa è dentro la roccia: i geodi

Alla scoperta di alcuni tra gli oggetti geologici più ricercati ed amati dagli appassionati (geologi compresi) di tutto il mondo.

Quando la sorpresa è dentro la roccia: i geodi

La natura è fatta per sorprenderci. E nel caso dei geodi non è soltanto un modo di dire… Se qualcuno cerca ancora le sorprese soltanto dentro le uova pasquali, non ha certamente mai visto un geode o non immagina cosa si può nascondere dentro una roccia.

I geodi sembrano proprio rocce comuni, ma quando vengono aperti la vista può lasciare senza fiato. Silice blu gemma, rodocrosite rosa, opale con vivaci giochi di colore o altri materiali rari sono quello che si può trovare dentro la cavità di un geode, le cui dimensioni possono variare da meno di un centimetro a diversi metri di lunghezza.

Hanno una parete esterna resistente, più resistente agli agenti atmosferici rispetto al substrato roccioso circostante. Ciò consente al geode di sopravvivere intatto quando il substrato roccioso circostante svanisce. Il rivestimento minerale della cavità è spesso una scintillante drusa di minuscoli cristalli di quarzo, sostenuti da molteplici fasce di agata grigia e bianca traslucida. Molti sono pieni di tesori ancora più spettacolari.

Geode con cristalli
Geode con silicati

L’apice del godimento per i geologi, ma non solo…

La maggior parte dei geologi gode dei geodi. Ma, anche gli appassionati e i curiosi si innamorano facilmente di queste rocce quasi magiche.

Chiunque rimane stupito che una roccia esternamente poco interessante possa contenere un bellissimo grappolo di cristalli gemmatici, o un rivestimento colorato di agata, o addirittura entrambe nella stessa cavità. Sono piccoli gioielli che si rivelano tali dopo averli spaccati o segati in due. Ecco perché ci sono così tante persone che, ogni anno, acquistano migliaia di tonnellate di geodi.

In diverse parti del mondo, nelle località dove si possono trovare geodi sono sorte attività redditizie che raccolgono, preparano e spediscono questo genere di pietre. Dove sono questi luoghi? Innanzitutto in Brasile, Uruguay, Messico e Namibia.

Come si formano i geodi?

I geodi non nascono casualmente. Infatti, si trovano di solito in aree in cui le rocce si sono formate in un ambiente geochimico speciale. La maggior parte dei geodi si trova o in depositi vulcanici stratificati come basalti e tufi oppure in depositi di carbonato sedimentario stratificato come calcari e dolomiti.

Inoltre, i geodi si formano in molti modi diversi e ci sono tutta una serie di teorie valide sulla loro formazione, che però non andremo ad approfondire.

Geodi multicolore
Geode verde

I geodi vulcanici

I geodi più conosciuti e ricercati sono quelli che si sono formati in aree di attività vulcanica. I vuoti nei flussi di lava basaltica sono spesso riempiti con agata, quarzo, opale e altro materiale portato dall’acqua idrotermale o sotterranea. Alcuni vuoti sono spazi occupati da gas che non sono riusciti a sfuggire al flusso di lava prima che la sua superficie si incrostasse.

Altri vuoti nei flussi di lava solidificati vengono prodotti mentre la lava liquida scorre fuori dopo che il flusso viene parzialmente solidificato. Questi piccoli tubi di lava producono alcuni dei geodi più grandi e più lunghi che si conoscono. Molti di loro hanno una geometria simile a quella dei rami degli alberi, qualche volta con un metro di diametro e molti metri di lunghezza.

I geodi sedimentari

I geodi nelle rocce sedimentarie si trovano di solito nei calcari, nelle dolomiti e nello scisto calcareo. In questi depositi un vuoto pieno di gas può fungere da apertura per la formazione di geodi. Conchiglie, rami di alberi, radici e altri materiali organici spesso creano un vuoto per la formazione di materiali minerali. Queste cavità possono essere riempite con minerali di quarzo, opale, agata o carbonato.

Generalmente sono più piccoli dei geodi che si formano nelle rocce vulcaniche.

Quanto vale un geode?

Anche le meraviglie della natura hanno un prezzo e, nel caso dei geodi, possono arrivare anche a qualche decina di migliaia di dollari. Infatti, i geodi di qualità museale vengono venduti sul mercato dei collezionisti a prezzi che possono stupire i meno esperti. Spesso, si tratta di geodi contenenti minerali rari come volkovskite, millerite, thomsonite e shattuckite.

Ma sul mercato esistono anche geodi falsi, prodotti a mano e venduti come oggetti formati naturalmente. Per esempio, in Marocco, ci sono molti bravi artisti che si guadagnano da vivere producendo imitazioni di minerali e fossili.

Attenzione quindi, il bello di un geode è la sorpresa di scoprire al suo interno minerali sfavillanti e non di scoprire di essere stati truffati!

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

È stato un trader nel settore dei metalli per lungo tempo, lavorando con alcune importanti aziende del settore in Italia e in Europa. Esperto in metalli rari, è consulente presso un'azienda svizzera leader sul mercato internazionale di questi metalli. Da qualche anno è impegnato anche nella divulgazione giornalistica del mondo dei metalli rari e delle materie prime. Il suo profilo professionale è su LINKEDIN.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend