Economia

Quando i prezzi del petrolio ricominceranno a salire…

Molte aziende petrolifere si stanno preparando per riscuotere gli enormi profitti di quando i prezzi dell’oro nero risaliranno. Ma non grazie al petrolio…

Prima o poi il trend discendente dei prezzi del petrolio cambierà. Ma quando succederà, quali saranno i settori che trarranno maggiori benefici dalla situazione?

L’eccesso della produzione dello shale oil (petrolio di scisto) negli Stati Uniti ha sorpreso tutti, investitori e finanziatori, sauditi in testa. E più di tutti ha sorpreso gli speculatori che avevano scommesso su un rialzo dei prezzi del petrolio dopo il crollo iniziale.

Ma il prezzo non ha fermato la sua discesa, dal momento che nessun produttore ha voluto staccare il piede dall’acceleratore. La produzione di petrolio non è diminuita e i prezzi sono crollati.

Con ogni probabilità, continueremo ad avere un eccesso di offerta per il prossimo futuro e i produttori dovranno continuare a cercare di tagliare i costi, aumentare i risparmi e trovare nuove sinergie e tecnologie per continuare ad estrarre gas e petrolio anche con prezzi bassi.

Quando i prezzi del petrolio torneranno a crescere, i profitti sul gas naturale saranno enormi

Inoltre, la politica monetaria della banca centrale americana (FED) di tassi di interesse quasi a zero ha influenzato negativamente il prezzo dell’oro nero. Se il debito delle aziende petrolifere non fosse gratuito, non avremmo assistito ad una così grande crescita della produzione. Certamente, se il costo del denaro salisse almeno al 5%, ci sarebbe una maggior disciplina nel chiedere soldi alle banche e nel concederli.

Tuttavia, secondo gli esperti, esistono buone prospettive per il gas naturale liquefatto (GNL) a causa dei prezzi molto bassi raggiunti in tutto il mondo.

Grandi aziende come la Royal Dutch Shell Plc stanno portando avanti grossi piani di investimento, sapendo che quando i prezzi del petrolio torneranno a crescere i profitti sul gas naturale saranno enormi.

Ad oggi, i prezzi del gas e del petrolio sono abbastanza vicini, ma quando il petrolio era a 100 dollari al barile contro i 3 dollari del gas, la domanda di quest’ultimo era alle stelle. Aziende come la Shell, con una visione temporale d’investimento rivolta a cicli di 30 o anche 40 anni, stanno preparandosi ai grandi profitti che questo settore porterà nel futuro.

Fondamentalmente, la matematica del petrolio è abbastanza semplice: attualmente ci sono solo 4 milioni di barili al giorno di capacità in eccesso, forse anche meno, e a prezzi così bassi nessuno si sogna di avviare nuove perforazioni. Perciò, non ci vorrà molto tempo al mercato per tornare in equilibrio.


Non appena il petrolio diventerà più costoso del gas, la domanda di gas schizzerà verso l’alto.

Visto che i cicli temporali di queste materie prime sono abbastanza lunghi, occasioni del genere si possono ripresentare soltanto due o tre volte durante la vita media di un investitore: occasioni davvero speciali da non perdere a tutti i costi!

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend