Quali prospettive ci sono per l’argento nel 2020?

Nel 2020 l’argento farà meglio dell’oro? Questa è la domanda che molti investitori si stanno facendo. Ecco quindi cosa ne pensano i più autorevoli esperti del settore…

Quali prospettive ci sono per l'argento nel 2020?

Il 2019 è stato un anno di rimbalzo per i prezzi dell’argento, che ha recuperato le perdite del 2018 chiudendo l’anno in rialzo del 7% circa. Il metallo bianco ha toccato un massimo di tre anni a 19,57 dollari per poi stabilirsi in un intervallo compreso tra 16,50 e 17 dollari.

Il 2019 è stato un anno ricco di eventi per l’argento

Il conflitto geopolitico in corso tra Cina e Stati Uniti, le turbolenze tra Stati Uniti e Messico e le tensioni in Medio Oriente hanno contribuito a far crescere l’argento nel corso di quest’anno. Purtroppo, i guadagni sono stati inferiori a quelli dell’oro.

Inoltre, nel 2019, la Federal Reserve americana (FED) ha tagliato i tassi di interesse per ben 3 volte, regalando un grande vantaggio ai metalli preziosi. In questo contesto, le quotazioni dell’argento hanno toccato il minimo dell’anno il 17 maggio (14,38 dollari) e il massimo a inizio settembre (19,57 dollari).

Inoltre, il rapporto oro-argento si è allargato ulteriormente, raggiungendo un livello che non si vedeva da 20 anni. Tale rapporto è arrivato al 90%, una frustrazione per chi ha già investito ma un vero affare per chi deve ancora comprare.

Una constatazione circa l’anno che sta per concludersi è che la gente non compra quando le quotazioni sono basse. Come pensano alcuni analisti, gli acquisti aumenteranno quando i prezzi dell’argento supereranno i 20 dollari.

Domanda e offerta nel 2020

I fattori produttivi rimangono un fattore chiave nel settore dell’argento e, come anche nel caso dell’oro, i giacimenti minerari stanno diventando sempre più difficili da sfruttare, cosa che potrebbe portare ad un declino della produzione in futuro. Negli ultimi anni, la produzione di metallo e la qualità mineraria (meno argento nel minerale estratto) si sono ridotte.

Una progressiva riduzione della produzione sarà ulteriormente aggravata dalla crescente domanda nei settori industriale, valutario e dei gioielli.

Gli analisti credono che la fabbricazione industriale crescerà nel comparto automobilistico e nel fotovoltaico, due settori molto importanti per l’argento. Inoltre, è atteso un aumento del 3% della domanda da parte del settore della gioielleria e un aumento del 4% nel settore dell’argenteria.

Come saranno i prezzi nel 2020?

Nel prossimo anno, il Silver Institute prevede che le questioni geopolitiche andranno a beneficio dell’argento, mentre il divario tra oro e argento dovrebbe restringersi.

Per CPM Group, nel 2020, ci sarà una leggera diminuzione della produzione mineraria e un aumento del 9% dei prezzi dell’argento.

Ma c’è anche chi si attende di vedere i 22 dollari, un guadagno che rappresenta circa il 30% rispetto al 2019. A favore di queste aspettative giocheranno le diffuse incertezze politiche in tutto il mondo.

A lungo termine, veicoli solari ed elettrici trascineranno l’argento, con una domanda che dovrebbe triplicarsi nei prossimi cinque anni.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend