Produzione di rame nel mondo: i 10 paesi leader

Una panoramica completa di dove viene prodotto il rame nel mondo, secondo i dati più recenti dello US Geological Survey (USGS).

Produzione di rame nel mondo: i 10 paesi leader

Nel corso di quest’anno, il prezzo del rame ha toccato alti e bassi in seguito alle continue tensioni commerciali tra la Cina e gli Stati Uniti.

Anche se il metallo rosso ha mostrato una tendenza al ribasso, molti esperti e operatori di mercato sono cautamente ottimisti. Ma per farsi un’idea di come potrebbero muoversi i prezzi nel futuro, non fa mai male guardare alla produzione di rame, paese per paese. Una produzione globale che, nel 2018, ha raggiunto 21 milioni di tonnellate.

Vediamo più in dettaglio chi sono stati i 10 più importanti produttori, secondo gli ultimi dati dello US Geological Survey (USGS), riferiti al 2018.

1

CILE (produzione: 5,8 milioni di tonnellate)

La produzione di rame in Cile è cresciuta tra il 2017 e il 2018, raggiungendo un totale di 5,8 milioni di tonnellate e confermando il più grande paese produttore del mondo. Il mercato si era spaventato per lo sciopero nella miniera Escondida, ma la crisi è stata evitata quando BHP è riuscita a firmare un nuovo accordo con i lavoratori.

2

PERÙ (produzione: 2,4 milioni di tonnellate)

La produzione di rame peruviana ha registrato una leggera flessione nel 2018. Un fattore che ha contribuito a tale flessione è stata la minore quantità di minerale estratto dalla miniera di Las Bambas (di MMG), una delle più grandi miniere di rame al mondo.

3

CINA (produzione: 1,6 milioni di tonnellate)

La Cina, il più grande consumatore di rame al mondo, è rimasta al terzo posto nel 2018 in termini di produzione. La sua produzione è diminuita di nuovo lo scorso anno ed ha anche registrato un calo delle importazioni di rame.

4

REPUBBLICA DEMOCRATICA DEL CONGO (1,2 milioni di tonnellate)

L’anno scorso la produzione di rame nel paese è cresciuta. Una delle principali risorse di rame è il progetto Kamoa-Kakula, della Ivanhoe Mines.

4

STATI UNITI (produzione: 1,2 milioni di tonnellate)

Anche gli Stati Uniti occupano il quarto posto della classifica, con una leggera diminuzione della produzione rispetto all’anno precedente. La maggior parte della produzione del paese proviene da 24 miniere in Arizona, New Mexico, Utah, Nevada, Montana, Michigan e Missouri.

5

AUSTRALIA (produzione: 950.000 tonnellate)

L’Australia balza da 860.000 tonnellate nel 2017 a 950.000 tonnellate nel 2018. Una delle più grandi miniere di rame in Australia è la Olympic Dam, della BHP.

6

ZAMBIA (produzione: 870.000 tonnellate)

Anche lo Zambia ha aumentato la produzione rispetto all’anno precedente (+76.000 tonnellate). Le 4 principali miniere del paese sono Lumwana, Kansanshi, Mopani e Konkola.

7

INDONESIA (produzione: 780.000 tonnellate)

L’Indonesia è leader mondiale per la produzione di nichel, ma anche nel settore del rame fa sentire la sua voce. Il paese è la patria di Grasberg, la più grande miniera d’oro del mondo e la seconda più grande miniera di rame.

8

MESSICO (produzione: 760.000 tonnellate)

Anche il Messico ha leggermente aumentato la produzione di rame nel 2018 (+18.000 tonnellate). Una delle più grandi miniere del paese è Buenavista, in funzione dal 1899 e con riserve stimate di quasi 27 milioni di tonnellate.

9

RUSSIA (produzione: 710.000 tonnellate)

Crescita di 5.000 tonnellate della produzione russa rispetto al 2017. Una delle più grandi risorse di rame in Russia è il giacimento di Udokan, in Siberia, attualmente di proprietà della Baikal Mining Company.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend