Economia

I primi 10 paesi produttori di nichel nel mondo

La produzione di nichel mondiale, nel corso del 2015, è leggermente aumentata rispetto al 2014. Ecco una panoramica delle nazioni che ne hanno prodotto le quantità maggiori.

Il nichel non ha festeggiato il 2015 come il suo anno migliore, dal momento che i prezzi sono scesi e la produzione è leggermente aumentata (2.450.000 tonnellate contro 2.530.000 tonnellate prodotte nel 2014).

I due principali fattori che hanno determinato la discesa dei prezzi sono stati il calo dei tassi di crescita della produzione mondiale di acciaio e l’entrata in funzione di nuove raffinerie in Canada e Madagascar.

Tuttavia, nonostante i deboli prezzi e l’eccesso di offerta, sono in progetto nuovi progetti di estrazione e nuovi impianti in previsione di una inversione di tendenza nell’economia globale.

Ecco una panoramica completa, secondo i dati dello US Geological Survey (USGS), di quali sono stati i primi 10 paesi produttori di nichel nel 2015.

  1. filippineFILIPPINE (produzione mineraria: 530.000 tonnellate). Il paese ha approfittato del divieto di esportazione dell’Indonesia per vendere grandi quantità di metallo in Cina, con un aumento del 24% nei primi dieci mesi dell’anno. Le Filippine detengono riserve di nichel per 3,1 milioni di tonnellate.
  2. russiaRUSSIA (produzione mineraria: 240.000 tonnellate). Produzione stabile per la Russia che prevede di aumentare la produzione di nichel nei prossimi anni.
  3. canadaCANADA (produzione mineraria: 240.000 tonnellate). Incremento della produzione canadese, dove l’intero comparto minerario è molto prudente circa gli sviluppi futuri, in attesa di un cambio di marcia del mercato.
  4. australiaAUSTRALIA (produzione mineraria: 234.000 tonnellate). Con i prezzi del nichel al livello più basso da oltre un decennio a causa della discesa della domanda cinese, le aziende australiane hanno drasticamente tagliato posti di lavoro e investimenti.
  5. nuova caledoniaNUOVA CALEDONIA (produzione mineraria: 190.000 tonnellate). Aumento della produzione per questi territori francesi nel Sud Pacifico che vantano circa un quarto delle riserve mondiali di nichel.
  6. indonesiaINDONESIA (produzione mineraria: 170.000 tonnellate). Drastico calo della produzione in Indonesia, che fino a due anni fa era il più grande produttore di nichel del mondo. Il divieto di esportare minerale per difendere la propria industria metallurgica, risale a gennaio 2014.
  7. brasileBRASILE (produzione mineraria: 110.000 tonnellate). Il principale produttore del paese è Vale, che ha prodotto 73.500 tonnellate, con un incremento del 6,2% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
  8. cinaCINA (produzione mineraria: 102.000 tonnellate). Produzione cinese sostanzialmente stabile con la conferma del paese come primo produttore di Nickel Pig Iron (NPI), un ferro-nichel low-grade utilizzato per produrre acciaio. La Cina ha in programma di tagliare la propria produzione di almeno il 20% nel corso di quest’anno.
  9. colombiaCOLOMBIA (produzione mineraria: 73.000 tonnellate). Problemi di produzione hanno afflitto la BHP Billiton nella miniera di Cerro Matoso, a Montelibano, dove i lavoratori hanno scioperato causando perdite per 26 milioni di dollari e costringendo l’azienda a dichiarare la forza maggiore.
  10. cubaCUBA (produzione mineraria: 57.000 tonnellate). La corsa agli investimenti nel paese è iniziata, anche se con effetti modesti sull’industria mineraria, dopo la storica riconciliazione con gli Stati Uniti.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend