Mercati

Più rottami e meno minerale di ferro per l’acciaio indiano

Il mercato dei rottami di acciaio in India sembra prossimo ad un radicale cambiamento. Le nuove acciaierie useranno rottami anziché minerale di ferro.

Da anni, l’India è uno dei più grandi importatori di rottami di acciaio del mondo.

Ma nei prossimi anni le cose sembrano destinate a cambiare radicalmente, se le dichiarazioni dei politici indiani si concretizzeranno. Chaudhary Birender Singh, Ministro dell’acciaio indiano, ha infatti annunciato che ha in proposito la creazione di impianti d’acciaio che utilizzino rottami nazionali come materia prima.

Secondo il governo, nei prossimi anni, il 44% dei rottami disponibili in India saranno prodotti negli stati di Jammu e Kashmir, Punjab, Haryana e Delhi e verranno impiegati soprattutto nella produzione di acciaio. Gli sforzi governativi per aiutare il riciclo a fini produttivi, potrebbero portare ad un risparmio del 65% del minerale di ferro, attualmente la principale materia prima per la produzione di acciaio.

Il governo indiano vorrebbe utilizzare rottami al posto del minerale di ferro negli impianti di produzione dell’acciaio

È da un po’ di tempo che il governo indiano vorrebbe utilizzare metalli riciclati al posto del minerale di ferro negli impianti di produzione dell’acciaio. Per chi non lo sapesse, va ricordato che, da anni, l’estrazione di minerale di ferro è stata vietata in molte zone del paese per ragioni di salvaguardia ambientale.

Acciaierie in grado di funzionare con i rottami, potrebbero aiutare l’India a raggiungere l’obbiettivo di una produzione di acciaio di 300 milioni di tonnellate all’anno entro il 2030. Obbiettivo per raggiungere il quale il governo indiano è pronto a fare di tutto per aiutare le materie prime riciclate come forniture per l’industria siderurgica.

I progetti governativi prevedono cinque nuove acciaierie alimentate da rottami, da avviare per il prossimo anno. Perciò, la MSTC, società commerciale di rottami metallici di proprietà statale, ha firmato un accordo di joint venture con Mahindra Intertrade per la costruzione del primo impianto produttivo.

Attualmente, l’India importa circa 6 milioni di tonnellate di rottami di acciaio all’anno, una quantità che nel corso del 2016 è risultata in discesa rispetto all’anno precedente. Il segnale di un trend che potrebbe rafforzarsi nei prossimi anni.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend