Perché ai ricchi piace così tanto la Svizzera?

Il paese è al vertice degli indici di produttività e competitività, oltre ad essere una delle destinazioni più ambite da milionari e miliardari di tutto il mondo.

Da qualche settimana, gli italiani hanno ricominciato ad affollare gli sportelli bancari di Lugano.

Ma questa volta non sono persone spaventate dal fisco italiano, ma piuttosto dalla paura del cosiddetto rischio sistemico che potrebbe interessare l’Italia. Spread in salita, possibilità di una Italexit, ridenominazione di tutti i risparmi in lire… le preoccupazioni non mancano e la Svizzera è il porto sicuro dove salvare il proprio denaro. Inoltre, c’è una tendenza oramai assodata che vede le domande di espatrio dall’Italia alla Svizzera in crescita.

La più importante destinazione offshore del mondo

Non è certo una novità che questo piccolo paese di circa 8 milioni di abitanti sia la destinazione preferita del denaro proveniente da tutto il mondo. Anche adesso, dopo che le banche svizzere si sono adeguate agli standard internazionali di compliance fiscale e antiriciclaggio.

Oggi, la confederazione elvetica non è più quella di una volta, cioè la patria del denaro sporco, della frode fiscale e del riciclaggio di denaro. Non è più un Paradiso Fiscale per truffatori o per patrimoni dalla provenienza illecita. Tuttavia, rimane una delle destinazioni offshore più importanti del mondo: il 26% del patrimonio delle banche offshore private nel mondo si trova nelle banche svizzere.

Sono numerosi i milionari che scelgano la Svizzera come luogo di residenza personale e per i propri possedimenti. Decine di cantanti, atleti o uomini d’affari ogni anno si trasferiscono nel paese alpino. Oltre ai volti più noti, ci sono anche centinaia di benestanti anonimi che scelgono Lugano, Zurigo, Ginevra o Losanna come dimora.

Ma che cosa rende tanto speciale la Svizzera e il suo sistema finanziario, adesso che non esiste più il segreto bancario? Di certo, non i prezzi dei servizi bancari, visto che sui prodotti che compongono la maggior parte dei portafogli vengono addebitate commissioni elevate. Tra l’altro, i prodotti finanziari elvetici non offrono rendimenti particolarmente elevati. Infatti, la parola d’ordine nel settore bancario svizzero è “preservare” piuttosto che “crescere” e i gestori patrimoniali svizzeri sono molto focalizzati sulla protezione del patrimonio.

Il materasso dei ricchi

Questo approccio piace molto ai proprietari di grandi patrimoni, che affidano volentieri le loro grandi ricchezze familiari ai banchieri svizzeri. Potremmo quasi dire che la Svizzera è il materasso dei ricchi, un rifugio sicuro per dormire sonni tranquilli.

Così come piace la privacy svizzera che protegge la vita dei grandi patrimoni dagli occhi indiscreti del pubblico. Ma questa protezione della privacy non riguarda soltanto il denaro. Per molti personaggi pubblici, la tranquillità di cui godono nella loro vita quotidiana è un importante punto a favore nel decidere dove risiedere.

Se il settore finanziario è certamente un fattore rilevante, non è l’unico elemento che spiega la prosperità della Svizzera e la sua capacità di attrarre benestanti da tutto il mondo. In effetti, il paese è nelle prime posizioni di quasi tutti gli indici globali di competitività, produttività, ricchezza e qualità della vita.

Oltre alle banche, la Svizzera ha molti punti di forza, tra i quali spiccano su tutti la stabilità istituzionale e la sicurezza del sistema legislativo. Come ben sintetizza una storiella popolare, buona parte degli svizzeri non conosce nemmeno chi sia il primo ministro del paese, perché sanno che non è in grado di cambiare troppo le cose, visto l’eccezionale stabilità del sistema.

Infine, il sistema fiscale è ben lontano da quello che potrebbe essere considerato un Paradiso Fiscale, dal momento che le tasse sono basse, ma pur sempre intorno al 27-28% del PIL. Ma quello che piace è l’affidabilità e la prevedibilità delle questioni fiscali. Insomma, patti chiari con i contribuenti fin dall’inizio e poi… niente sorprese.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.