Investimenti

Pensioni d’oro per le nuove generazioni

Nei paesi anglosassoni, è sempre più diffuso accumulare oro fisico in vista della pensione, a difesa dall’inflazione e dalla svalutazione monetaria.

Per chi entra nel mondo del lavoro in questi anni, si è reso conto che il concetto di pensione, elargita dallo stato, è qualcosa di aleatorio e sempre più improbabile.

Certamente ha un’idea della pensione molto diversa da chi, 40 o 50 anni prima, entrava per la prima volta nel mondo del lavoro ed era certo che i soldi trattenuti dallo stato ai fini previdenziali, sarebbero stati restituiti fino all’ultimo centesimo sotto forma di prestazione pensionistica. Il mondo è cambiato da allora e i giovani che si affacciano sul mondo del lavoro non hanno nessuna certezza sulla loro pensione futura. O meglio, non hanno certezze sulle pensioni gestite dallo stato.

Presto o tardi si renderanno conto che per poter contare su una pensione che assicuri loro una vecchiaia assistita economicamente, dovranno far conto solo sulle loro forze e sulla quantità e sulla qualità dei risparmi accumulati durante la vita lavorativa. A questo proposito nei paesi anglosassoni si sta affacciando l’opinione che uno dei migliori pilastri su cui appoggiare i risparmi ai fini pensionistici sia proprio qualcosa di concreto e reale come un metallo: l’oro.

I giovani che si affacciano sul mondo del lavoro non hanno nessuna certezza sulla loro pensione futura

Perché investire in oro per la propria pensione? Prima del crollo del mercato azionario qualcuno ha investito i propri risparmi per la pensione su fondi d’investimento azionari che si sono dissolti nel nulla. La lezione è stata molto dura ma da allora quasi tutti hanno capito che, soprattutto per chi ha un obbiettivo di costruirsi una pensione, diversificare i portafogli di investimento è indispensabile e in questa visione detenere un 20 o 30% di oro fisico è una scelta saggia. L’oro fisico non potrà mai scomparire in un lampo come il denaro investito in strumenti finanziari, azioni di società comprese.

Un fattore spesso trascurato dai consulenti finanziari che suggeriscono ai propri clienti di ridurre i rischi sugli investimenti per limitare il rischio di perdita del capitale, è l’effetto dell’inflazione sulle pensioni. Infatti, dopo aver lavorato e risparmiato per una vita, il pensionato si ritrova in balia dell’inflazione.


Anche se gli investimenti accumulati generano dividendi, interessi o canoni d’affitto, questi perdono valore quando l’euro perde valore. L’oro è l’unico strumento che aiuta a bilanciare un portafoglio previdenziale, poichè se la moneta si deprezza il metallo giallo mantiene il suo valore. Infine, particolare non trascurabile, nel lungo termine, le prestazioni di monete e lingotti d’oro ha sempre fatto meglio di azioni o altri investimenti finanziari.

L’oro protegge le persone dalla truffa, legalmente perpetrata, di stampare carta moneta erodendo il potere di acquisto, soprattutto dei pensionati.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend