Economia

I paesi che producono più alluminio nel mondo

La Cina, nel 2016, è stata il primo produttore di alluminio del mondo, producendo la bellezza di 31 milioni di tonnellate di metallo.

Donald Trump ha portato fortuna all’alluminio.

La domanda e l’offerta sono migliorate, spinte dalle promesse del neo presidente americano e dall’impennata dei prezzi del carbone. L’ottimismo è tornato sul mercato dei metalli industriali, trascinando anche l’alluminio.

In termini di produzione globale, è leggermente aumentato l’alluminio prodotto nel 2016, con 57,6 milioni di tonnellate rispetto ai 57,5 milioni di tonnellate dell’anno precedente.

Ma il panorama dettagliato è quello che emerge dai dati del US Geological Survey (USGS) circa gli 8 più importanti paesi produttori di alluminio nel mondo.

1

CINA (produzione mineraria: 31 milioni di tonnellate). La Cina produce ormai oltre la metà dell’alluminio mondiale. Secondo Reuters, nel 2017, la produzione raggiungerà nuovi record, poiché nel solo mese di gennaio è cresciuta di quasi il 19% rispetto al 2016.

2

RUSSIA (produzione mineraria: 3,58 milioni di tonnellate). È interessante notare come il secondo produttore del mondo, la Russia, produca una quantità di alluminio di un ordine di grandezza inferiore alla Cina. L’azienda leader del paese è la Rusal, la sesta più grande del mondo.

3

CANADA (produzione mineraria: 3,25 milioni di tonnellate). Il paese ha aumentato la sua produzione, dai 2,88 milioni di tonnellate del 2015. Il Canada è stato il principale fornitore di alluminio per gli Stati Uniti.

4

INDIA (produzione mineraria 2,75 milioni di tonnellate). Anche se il consumo interno di metallo è diminuito del 50% nel corso del 2016, la produzione è aumentata. Hindalco Industries, la più grande azienda di laminazione di alluminio del mondo, si trova a Mumbai.

5

EMIRATI ARABI UNITI (produzione mineraria: 2,4 milioni di tonnellate). Produzione costante per gli Emirati Arabi negli ultimi due anni. Nel paese opera la società Emirates Global Aluminium, uno dei cinque maggiori produttori di alluminio primario di tutto il mondo.

6

AUSTRALIA (produzione mineraria: 1,68 milioni tonnellate). Leggero aumento della produzione nel corso del 2016 ma, con ogni probabilità, il 2017 sarà in discesa. Rio Tinto, che produce alluminio in Australia, taglierà produzione e posti di lavoro presso il suo smelter di Boyne, a causa dell’aumento dei costi energetici. In totale, il taglio produttivo sarà di circa l’8%.

7

NORVEGIA (produzione mineraria: 1,23 milioni di tonnellate). Produzione invariata anche in Norvegia, dove il più grande operatore del settore è la Norsk Hydro.

8

STATI UNITI (produzione mineraria: 840.000 tonnellate). Drastico calo produttivo per gli Stati Uniti che, nel 2015, avevano prodotto 1,587 milioni di tonnellate. Il paese ha compensato parzialmente l’enorme calo con le importazioni, aumentate del 18%.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend