Mercati

L’oro cresce grazie alle vicende italiane

Cattive notizie per l’Italia, ma buone notizie per l’oro: molte vendite di obbligazioni italiane e prezzi del metallo giallo che salgono.

Al di là delle solite notizie economiche provenienti dall’Europa e dagli Stati Uniti, dove il dollaro è salito ulteriormente, è l’Italia ad occupare un certo spazio nelle cronache dei mercati internazionali.

La crescente ondata di vendite sui mercati obbligazionari italiani, in risposta ai due partiti populisti italiani (Lega e Movimento 5 Stelle) che hanno raggiunto un accordo per governare insieme il paese, è la conseguenza delle preoccupazioni sul futuro dell’Eurozona.

È l’talia a spingere il mercato globale dell’oro verso l’alto

La smobilitazione degli investimenti italiani hanno cominciato a spingere beni rifugio come l’oro, oltre allo yen giapponese e al franco svizzero. Una tendenza aiutata anche dalla disputa tra USA e UE circa l’Iran e dal controverso attacco israeliano contro i palestinesi che protestavano, con la morte di oltre 100 persone.

Ma è la situazione in Italia che ha maggiormente contribuito a risollevare le sorti dei prezzi dell’oro.

Negli scorsi giorni le quotazioni si erano adagiate sul supporto di 1.285 dollari per oncia. Il metallo giallo era stato indebolito dalla forza del dollaro e dall’aumento dei rendimenti dei titoli di stato americani. Tutto ciò grazie alle continue aspettative che la Federal Reserve americana adotterà una politica meno aggressiva rispetto alle altre banche centrali, almeno nel breve termine. Motivo per il quale i rendimenti obbligazionari negli Stati Uniti sono aumentati. Stessa sorte toccata al differenziale di rendimento tra le obbligazioni statunitensi e quelle di Giappone, Germania e Regno Unito.

Se il dollaro non salirà, visti i rischi geopolitici menzionati, l’oro potrebbe recuperare il livello di 1.300 dollari e il mercato potrebbe riavviarsi al rialzo.

Tuttavia, gli analisti avvertono che l’oro sarà strattonato da forze opposte: il dollaro e le mosse del governo italiano in tema di economia ed Europa. La prima forza spingerà il metallo giallo verso il basso, mentre la seconda verso l’alto.

Mentre chi ha investito in oro spera di ottenere profitti dalle prossime mosse dal nascente governo populista in Italia, gli italiani, anche se il metallo giallo salirà, hanno molto meno da guadagnare e molto più da perdere.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

3 Commenti

  1. Bravo Giacomo. Analisi ottima. Ricordo che dal 2006 ad oggi il valore dell’oro puro ( 999,99) é aumentato di 2,4 volte. Si compera in dollari per oncia (gr 31,10). Quindi il valore in euro é anche influenzato dal cambio euro dollaro.

  2. Provate a comprare oro oggi e a rivenderlo domani e vedere quanto vi danno (ne ricaverete/riceverete un danno)

    1. Dipende a chi si vende , soprattutto ha quanto e’ stato acquistato e come lo vogliamo rivendere, ricordo che i metalli preziosi sono forme di in vestimenti a medio lungo termine , mai visto e sentito persone che hanno perso con i metalli preziosi ,e’ chiaro che se acquisto oggi e pretendo di guadagniare rivendendo ipotesi tra 7/8 mesi e’ un po’ improbabile ( possibile vedi brexit) ma raro…..
      Caro Massarenti Gianni dobbiamo considerare un altro fattore DOVE, e DA CHI SI ACQUISTA IL METALLO (ORO) E SOPRATUTTO NON E’ UN INVESTIMENTO IL GIOIELLO , MA SOLO IL TITOLO 999.9 , oppure,STERLINE , MARENGHI, KRUGARAND OREFICERIA ( PARTICOLARE) ECC…….in bocca al lupo ……si deve saper aspettare ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Send this to a friend