Tecnologia e Scienza

Nuove tecnologie per l’elettronica di consumo con il “magico” gallio

I nuovi transistor al gallio permettono di produrre dispositivi elettronici con prestazioni straordinarie, che potrebbero prendere il posto dei tradizionali transistor al silicio.

Dal CES 2013 (Consumer Electronics Show) di Las Vegas, sono arrivati nuovi prodotti rivoluzionari che hanno in comune l’impiego di un metallo raro, con proprietà che qualcuno ha chiamato “magiche”: il gallio

Pochi sanno cosa sia questo metallo, morbido e di colore argento, che può fondere con il calore delle mani di una persona. Certamente, i prodotti di punta annunciati durante l’appuntamento annuale di Las Vegas, rendono la tecnologia per i consumatori ancora più impressionante grazie al gallio.

Fino a poco tempo fa, i televisori ad alta definizione erano equipaggiati con transistor al silicio amorfo per creare colori vibranti e intensi. Per semplificare, più transistor al silicio amorfo ci sono e maggiore è la densità di pixel sullo schermo. Tuttavia, esiste un limite fisico oltre il quale la densità di questi transistor non li rende più trasparenti. È questo il motivo per il quale non esiste un televisore con una definizione maggiore a 1080p, infatti superando tale soglia l’eccessiva densità di pixel peggiorerebbe la qualità dello schermo.

Le proprietà del gallio, impiegato come semiconduttore, permettono agli elettroni di muoversi più velocemente

I nuovi transistor al gallio hanno iniziato a sostituire quelli al silicio. Le proprietà del gallio, impiegato come semiconduttore, permettono agli elettroni di muoversi più velocemente, con capacità termiche più elevate e consumi ridotti. Quando poi viene combinato con altri elementi, come il nitruro di gallio (GaN), l’arseniuro di gallio e l‘indio (InGaAs), l’ossido di zinco e l’indio (IGZO), riesce a formare sottilissimi transistor che possono raggiungere maggiori densità rispetto ai transistor al silicio amorfo,  consentendo un miglioramento di tutte le specifiche tecniche del prodotto nel quale vengono impiegati. I televisori con transistor IGZO offrono una densità di pixel maggiore, con una durata di molti anni superiore agli schermi tradizionali. Infine il migliore flusso di elettroni all’interno dei transistor al gallio, richiede un cosiddetto refresh più basso, migliorando i consumi e riducendo le interferenze.


Il Sony 4K Ultra-HD, televisore ultra-HD (2160p di risoluzione) è costruito con dispositivi elettronici di nuova generazione al gallio. Ma durante il CES 2013 sono stati annunciati anche tablet e smartphone con funzionalità ancora più avanzate e touch-screen più precisi e sensibili. Anche gli amplificatori e i nuovi sistemi audio saranno più potenti e avranno dimensioni più ridotte.

I produttori di elettronica di consumo vogliono proprio oggetti più piccoli, con schermi migliori e a minor consumo energetico, con una maggiore accuratezza e sensibilità. Viste le proprietà del gallio siamo pronti a scommettere che non vogliono troppo.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend