Tecnologia e Scienza

Nuova lega al cobalto per le altissime temperature

I ricercatori giapponesi hanno sviluppato una nuova lega al cobalto utilizzabile anche nelle centrali a carbone. Insieme alla Hitachi Ltd, l’università di Tohoku in Giappone ha messo a punto una lega di cobalto e nichel, che potrà essere impiegata nelle centrali termoelettriche a carbone. È nota la resistenza delle leghe di cobalto al calore, ma questa nuova lega potrebbe portare ad un aumento della domanda di metallo e ad un rinvigorimento dei prezzi che fino ad ora sono stati frenati da un eccesso di offerta.

La nuova lega al nichel-cobalto può resistere fino a 800 °C e potrebbe essere utilizzata per produrre materiali che conducono vapori ad alta temperatura, quali tubazioni e pale per turbine. Attualmente nelle centrali termoelettriche a carbone, vengono impiegate delle ferro-leghe, con una resistenza alle temperature di 600 °C.

La nuova lega permetterà di ottenere una maggiore efficienza delle centrali, richiedendo meno carbone per megawatt-ora e portando alla riduzione delle emissioni oltre a minori costi di combustibile. Questi progressi attesi sono molto importanti se si pensa che le centrali a carbone producono più dell’40% dell’energia mondiale e il loro utilizzo è previsto aumenterà, soprattutto nei paesi emergenti.

Un’analista del Cobalt Investing News, con sede a Londra, ha dichiarato che “le applicazioni del cobalto stanno aumentando, dal settore aerospaziale alle centrali elettriche. Le nuove leghe di cobalto per le centrali a carbone dovrebbero contribuire ad aumentare la domanda, ma è improbabile che riescano a rimediare all’eccesso di offerta sul mercato.”


La domanda di cobalto, che è principalmente un sottoprodotto dell’estrazione di nichel e rame, si prevede in aumento del 7% all’anno e l’eccesso di offerta sul mercato è previsto durare fino al 2013. La domanda dovrebbe salire a oltre 100.000 tonnellate entro il 2016.

La Repubblica Democratica del Congo fornisce quasi due terzi del cobalto mondiale, la maggior parte del quale viene raffinato in Cina. I paesi occidentali hanno classificato il cobalto come minerale critico.

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend