Tecnologia e Scienza

Nanotecnologie: un settore in crescita e un’opportunità d’investimento

Le nanotecnologie continuano a stupirci con la produzione di nuovi dispositivi in campo medico, informatico e automobilistico.

Le nanotecnologie sono un settore fiorente che sta portando alla creazione di applicazioni nuove e, in alcuni casi, sorprendenti, soprattutto in ambito medico, informatico e nella stampa 4D.

L’intero settore è supportato da finanziamenti che arrivano sia dai governi che dai privati. Naturalmente, in paesi come gli Stati Uniti, all’avanguardia quando si parla di tecnologia, il fenomeno è particolarmente diffuso.

Per esempio, il Dipartimento della Difesa statunitense ha recentemente dato una sovvenzione di 8,5 milioni di dollari al Northwestern International Institute for Nanotechnology. La sovvenzione finanzierà la ricerca sulla tecnologia di stampa 4D. In poche parole, la ricerca verte sulla possibilità di controllare la posizione di ogni singola nano-particella, scegliendo quella più adatta da posizionare in un determinato punto. La stampante controlla la posizione nelle 3 dimensioni, mentre la quarta dimensione permette la scelta della particella con le proprietà più favorevoli.

Anche IBM ha pianificato un investimento da 3 miliardi di dollari, tra il 2014 e il 2019, per lo sviluppo di nuove nanotecnologie, impiegabili per sviluppare un nuovo chip per computer con quattro volte le capacità dei più potenti chip esistenti oggi sul mercato.

In tutto il settore dei dispositivi medici le nanotecnologie stanno acquistando una importanza crescente

In tutto il settore dei dispositivi medici le nanotecnologie stanno acquistando una importanza crescente.

Secondo Med Gadget, il mercato globale dei dispositivi medici valeva 5 miliardi di dollari nel 2014. Un mercato, che comprende biochip e materiali impiantabili, pronto ad espandersi nei prossimi anni ad un ritmo del 12% all’anno, cosa che gli permetterà di raggiungere 8,5 miliardi di dollari entro il 2019.

Ma le applicazioni delle nanotecnologie non riguardano soltanto il settore industriale ma anche applicazioni pratiche che possono aiutarci a risolvere alcuni problemi quotidiani.


Recentemente, ha fatto clamore la notizia di un dispositivo, messo a punto in Australia, che indica agli automobilisti quando è il momento di cambiare l’olio. Con un diametro di 2,5 millimetri e con l’utilizzo di sottili pellicole di ossido di metallo, il dispositivo è un sensore in tempo reale per controllare la qualità dell’olio motore.

Le nanotecnologie sono così flessibili, dalla stampa 4D ai computer, dai dispositivi medici a quelli per automobili, da lasciare tracce ovunque in tutto il nostro mondo moderno.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend