Energia

Il mito di una imminente fine del petrolio

Siamo proprio sicuri di essere alla vigilia di una nuova era energetica verde? Guardando ai 100 milioni di barili di petrolio che consumiamo ogni giorno, non si direbbe…

Forse non tutti sanno che entro un anno, il consumo mondiale di petrolio supererà i 100 milioni di barili di petrolio al giorno. Inoltre, nello stesso periodo, circa 100 milioni di nuovi veicoli a motore a scoppio verranno acquistati da altrettanti clienti, che diventeranno vampiri assetati di petrolio.

Un vero pugno nello stomaco a chi si illude circa una imminente transizione energetica e di una decarbonizzazione.

Usiamo carbone, petrolio e gas proprio come 30 anni fa

In effetti, la percentuale di combustibili fossili (carbone, petrolio e gas naturale) nel mix energetico mondiale continua a rimanere ben al di sopra dell’80%, una cifra che è cambiata di poco in 30 anni. Tutto ciò, nonostante nuove politiche ambientali, sistemi energetici alternativi e una consapevolezza pubblica sui benefici delle energie rinnovabili.

È vero che l’eolico e il solare si stanno diffondendo con una velocità esponenziale. Ma per quanto stiano prendendo piede rapidamente, sono ancora lontane dal soddisfare l’appetito per il consumo di combustibili fossili. Naturalmente, tutti sappiamo che questa voracità energetica non è una virtù, ma rimane il fatto esiste un pianeta di oltre sette miliardi di persone, ognuna delle quali desidera avere più luce, calore, mobilità, oltre ad un numero spropositato di gadget quasi del tutto inutili.

Sul fronte dei combustibili fossili, i consumi di petrolio e gas stanno crescendo assai velocemente. Gli ultimi dati disponibili a riguardo ci ricordano che stiamo consumando idrocarburi più intensamente che mai. La quota di mercato di petrolio e gas è stabile a poco meno del 60% tra le fonti primarie di energia.

Tanti soldi per avere energia verde e si continua ad usare carbone

Un altro dato abbastanza impressionante è quello relativo alla sostituzione del carbone con energia verde. Nell’ultimo decennio, secondo la International Energy Agency, il mondo ha speso 3.000 miliardi di dollari nelle energie rinnovabili, per riuscire ad abbattere del 2% l’uso del carbone. Di fatto, migliaia di miliardi spesi per avere energia rinnovabile, hanno inciso in modo irrisorio sul mercato energetico.

Inoltre, l’illusione che la tecnologia possa facilitare la rapida scomparsa dei combustibili fossili, non aiuta a capire le reali difficoltà di un cambiamento del mercato energetico. Tra l’altro, il miglioramento delle tecnologie permette a tutti i sistemi energetici, compresi i combustibili fossili, di competere meglio sul mercato e difendere la propria quota di mercato.

Potrà non far piacere sentirlo, ma non ci sarà mai un nuovo mondo dell’energia senza includere anche i combustibili fossili.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Send this to a friend