Terza-pagina

Miliardari self-made: graduatoria 2014

Sembra impossibile diventare miliardari partendo da zero. Ma le dieci storie di questa graduatoria dimostrano che anche per chi non parte tra i favoriti, esiste la possibilità di arrivare lontano.

Miliardari self-made: graduatoria 2014

Poche persone hanno un’idea su come si può diventare un miliardario.

Qualcuno raggiungendo uno stile di vita borghese è soddisfatto di quello che ha, mentre altri sognano un giorno di fare il grande colpo e di vincere alla lotteria. Ma la realtà è che la maggior parte delle persone non raggiungerà mai lo status di miliardario.


Ecco perché l’idea di diventare un miliardario self-made è così intrigante. Certamente, sembra quasi impossibile per la gente comune, riuscire a diventare miliardari partendo da zero, tuttavia i casi della graduatoria 2014 dei primi dieci miliardari self-made, dimostra il contrario.

Alcuni di loro sono cresciuti in povertà, mentre altri appartenevano alla classe media, ma tutti avevano un cosa in comune: l’ambizione. Nelle loro storie c’è molto lavoro, cervello, senso degli affari, ambizione e la fortuna di trovarsi al posto giusto nel momento giusto.

  1. Bill Gates (patrimonio netto di 72 miliardi dollari). È stato l’uomo più ricco del mondo per 15 degli ultimi 20 anni. Come fondatore di Microsoft, Gates ha accumulato grandi ricchezze e, come molti sanno, non si è mai nemmeno laureato. Negli ultimi anni si è dimesso da presidente di Microsoft e attualmente sta impegnando il suo tempo nella fondazione Bill and Melinda Gates, un’organizzazione di beneficenza che ha fondato con la moglie.
  2. Warren Buffett (patrimonio netto di 58,5 miliardi dollari). La sua prima avventura imprenditoriale nasce con un amico quando era al liceo. Acquistò un flipper da mettere in un negozio di barbiere e con i profitti ottenuti comprò altri otto flipper da collocare in diversi negozi. Con i soldi ricavati decise di comprare azioni che gli resero 174.000 dollari all’età di 26.
  3. Larry Ellison (patrimonio netto di 41 miliardi dollari). Proviene da una famiglia ebrea ed è stato cresciuto da genitori adottivi, dopo che la madre lo lo aveva abbandonato all’età di nove mesi. Dopo la morte della madre adottiva, lasciò il college e si trasferì in California del Nord a lavorare per la Ampex Corporation su un database della CIA chiamato Oracle. Fondò la Oracle Systems Corporation, la società che in breve tempo divene leader mondiale dei database.
  4. Michael Bloomberg (patrimonio netto di 31 miliardi dollari). Ex-sindaco di New York, era considerato il sindaco più ricco del mondo. Si è laureato con un Bachelor of Science in ingegneria elettrica presso la Johns Hopkins e ha ottenuto un Master in Business Administration presso la Harvard Business School. Bloomberg ha iniziato la sua carriera come socio presso Salomon Brothers, una banca di investimento di Wall Street e, quando è stato licenziato, la sua liquidazione è stata di 10 milioni di dollari. Con quei soldi fondò la sua Innovative Market Systems.
  5. Sheldon Adelson (patrimonio netto di 28,5 miliardi dollari). È considerato il magnate dei casinò, ma l’inizio della sua vita non è stato per nulla facile. Cresciuto a Boston dove suo padre guidava un taxi, a 12 anni ha preso in prestito 200 dollari da suo zio per vendere i giornali. All’età di 16 anni, entra nel business dei distributori automatici di caramelle. Adelson ha creato oltre 50 imprese, ma la maggior parte della sua ricchezza proviene dal business dei casinò.
  6. Jeff Bezos (patrimonio netto di 27,2 miliardi dollari). È il fondatore di Amazon.com, il gigante dell’e-commerce che vende libri e altri prodotti online. Nato da una madre adolescente, i suoi genitori divorziarono quando era ancora un bambino. Ha frequentato la Princeton University con l’intenzione di studiare fisica, ma successivamente ha optato per ingegneria elettrica e informatica. Ha fondato Amazon nel 1994 costituendola nel garage di casa sua.
  7. Larry Page (patrimonio netto di 24,9 miliardi dollari). Larry Page, co-fondatore di Google con Sergey Brin, era figlio di un informatico. Larry ha seguito le orme paterne, ottenendo un dottorato in informatica presso la Stanford University. Mentre lavorava alla tesi, insieme a Sergey Brin, su un progetto soprannominato BackRub, ha iniziato ad esplorare il World Wide Web, cercando di capire la sua struttura di link. Attraverso questo lavoro è nata la versione iniziale di Google.
  8. Sergey Brin (patrimonio netto di 24,4 miliardi dollari). Co-fondatore di Google, è emigrato negli Stati Uniti dalla Russia quando aveva 6 anni. La sua famiglia ebrea fu spesso oggetto di discriminazioni, cosa che spinse il padre a trasferirsi negli Stati Uniti. Brin si è laureato alla Stanford University, dove ha conseguito il dottorato in informatica. Durante gli studi, ha conosciuto e ha stretto amicizia con Larry Page, evento da cui è nato Google.
  9. Carl Icahn (patrimonio netto di 20,3 miliardi dollari). È un uomo d’affari americano ed è l’azionista di maggioranza della Icahn Enterprises. La sua provenienza sociale non è quella di una famiglia di banchieri. Suo padre era un cantante d’opera e sua madre un’insegnante di scuola. Carl si laureò alla Princeton e iniziò la sua carriera finanziaria come agente di cambio a Wall Street nel 1961. Dopo sette anni fondò la Icahn & Company nel 1978 con la quale iniziò a prendere il controllo di varie società. Ha ricoperto posizioni importanti nei board di numerose società , tra le quali Texaco, Western Union, Viacom, Marvel Comics, Revlon, Blockbuster, Time Warner e Herbalife. Secondo Forbes è l’uomo più ricco di Wall Street.
  10. George Soros (patrimonio netto 20 miliardi di dollari). Nato a Budapest (Ungheria) da una famiglia ebrea, sopravvisse all’occupazione nazista ed emigrò in Inghilterra, dove visse come uno studente squattrinato alla London School of Economics. Lavorò come facchino alle ferrovie e come cameriere, fino a quando non riuscì ad ottenere un lavoro in una banca d’affari. Dopo aver conseguito il dottorato in filosofia, si trasferì a New York, dove lanciò il suo fondo Quantum che generò guadagni per 40 miliardi dollari sin dalla sua partenza nel 1973, cosa che lo ha reso l’hedge fund di maggior successo nella storia di tutta la finanza.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Send this to friend