Mercati

Male i prezzi dei diamanti, un po’ meglio quelli dei diamanti colorati

Serpeggia una certa preoccupazione tra gli operatori a causa dei bassi prezzi raggiunti dai diamanti incolore, effetto di una domanda drammaticamente crollata.

Per i diamanti, come per la maggior parte delle materie prime, il 2015 è stato un anno molto difficile.

Infatti, i prezzi delle pietre preziose hanno continuato a scendere, costringendo molte aziende del settore a rivedere i propri budget di produzione.

Secondo Moody’s, il persistente malessere generale che si registra sul mercato è legato soprattutto al riassestamento economico che sta vivendo la Cina, che ha portato le classi più agiate del paese a ridurre le spese per i generi di lusso.

Naturalmente ciò ha avuto un grosso impatto su tutti quei paesi le cui economie sono strettamente legate al settore dei diamanti. Per esempio, un paese come il Botswana chiuderà l’anno con un deficit di bilancio del 2,6%, ma Moody’s prevede che sarà molto più ampio.

I diamanti incolore sono alle prese con il grosso problema della mancanza di finanziamenti per l’intero settore

Nonostante questa situazione abbastanza terribile, alcuni investitori ritengono che ci siano ancora le basi per trarre profitto sul mercato. Tale velato ottimismo riguarda soprattutto i diamanti colorati.

Per chi è alla ricerca di sicurezza, i diamanti colorati sono sempre stati una buona soluzione per investire dei soldi, come dimostra la migliore tenuta dei prezzi rispetto ai diamanti incolore.

Diamanti incolore, che stanno facendo venire il mal di pancia a molti operatori, alle prese con il grosso problema della mancanza di finanziamenti per l’intero settore. Tuttavia, è assai probabile che la natura ciclica del comparto avrà la meglio e i prezzi, presto o tardi, torneranno a brillare.


E in effetti, i principali operatori si stanno dando un gran da fare per alimentare la domanda asfittica. Sette tra le più importanti aziende minerarie diamantifere hanno costituito la Diamond Producers Association nel tentativo di sostenere lo sviluppo del mercato e di riaccendere la domanda globale.

Vedremo se, e quando, tutti questi sforzi saranno ripagati.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend