Metalli

Litio: le più importanti aziende produttrici nel 2018

Il settore del litio è cambiato drasticamente negli ultimi anni. Per conoscere chi sono i nuovi protagonisit del mercato, ecco la graduatoria dei più grandi produttori del mondo.

Per chi è nuovo del mercato del litio, sorprenderà sapere che, per molto tempo, la maggior parte del litio mondiale è stato prodotto da un oligopolio di pochi produttori soprannominati i “Big 3“: Albemarle, Sociedad Quimica y Minera de Chile (SQM) e FMC.

Oggi, però, la situazione è cambiata. Se le Big 3 producono ancora la maggior parte del litio del mondo, anche la Cina fa parte del gioco, con una grossa fetta della produzione mondiale. Infatti, nel 2017, la Cina è stata il quarto paese produttore a livello globale, alle spalle di Australia, Cile e Argentina

Ma l’inflenza della Cina è arrivata anche in Australia, dove la più grande miniera di litio del paese, Greenbushes, è controllata con una quota di maggioranza dalla società cinese Tianqi Lithium. Infatti, Tianqi Lithium possiede una quota del 51% in Talison Lithium, la società che gestisce la miniera. L’altro 49% è della Albemarle, tramite l’acquisizione di Rockwood Holdings.

Comunque, la quota di mercato mondiale dei Big 3 è scesa da circa l’85% al ​​53%, mentre la Cina controlla circa il 40%. Ma in futuro, si prevede che la quota della Cina aumenterà, motivo per il quale gli investitori hanno gli occhi puntati sulle società minerarie di litio cinesi.

Naturalmente, l’interesse degli investitori per il litio è direttamente collegato alla crescente domanda globale di veicoli elettrici.

Con tutto questo in mente, ecco quali sono i più importanti produttori di litio del mondo, in base agli ultimi dati disponibili del 2018.

1

SQM (capitalizzazione di mercato: 12,94 miliardi di dollari)

Sociedad Quimica y Minera de Chile, con sede a Santiago (Cile), è il più grande produttore del mondo, con uffici in oltre 20 paesi e clienti in 110 nazioni. L’azienda non produce solo litio, ma anche derivati ​​di potassio per l’agricoltura.

2

ALBEMARLE (capitalizzazione di mercato: 10,37 miliardi di dollari)

Questa società chimica, con sede a Charlotte, nella Carolina del Nord (Stati Uniti), ha 5.000 dipendenti e clienti in 100 diversi paesi  in tutto il mondo. Oltre al litio, produce bromo e fornisce prodotti per la raffinazione e per le aziende farmaceutiche.

3

FMC (capitalizzazione di mercato: 11,56 miliardi di dollari)

FMC Corporation è una società americana con sede a Philadelphia che gestisce la miniera di Salar del Hombre Muerto in Argentina. Anche questa società non si occupa solo di litio, ma anche di prodotti agricoli e prodotti chimici industriali.

4

TIANQI LITHIUM (capitalizzazione di mercato: 6,68 miliardi di dollari)

La Tianqi Lithium è una consociata del gruppo Chengdu Tianqi, con sede in Cina. Tramite la Talison Lithium, controlla l’importante miniera di litio di Greenbush, in Australia. Da settembre 2016, possiede anche una quota del 2,1% in SQM.

5

JIANGXI GANFENG LITHIUM (capitalizzazione di mercato: 5,15 miliardi di dollari)

Jiangxi Ganfeng Lithium è un altro importante produttore cinese che, secondo alcuni esperti, potrebbe espandersi sul mercato internazionale del litio nei prossimi anni. Possiede già il 14,7% della International Lithium e ha firmato accordi con Australia’s Reed Industrial Minerals.

Jiangxi Special Electric Motor, Sichuan Yahua Industrial Group, Galaxy Resources, Neometals, Orocobre e Youngy

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend