Tecnologia e Scienza

Le nuove tendenze delle tecnologie verdi

Il settore delle tecnologie verdi è stato fonte di molte delusioni fino ad oggi ma, con l’entrata in gioco di Google, Apple e Tesla Motors, le cose potrebbero cambiare rapidamente.

Le cosiddette tecnologie verdi, o tecnologie pulite, sono state apprezzate fin dall’inizio per il perfetto connubio tra efficienza e ambientalismo.

Tuttavia, dopo diversi anni di investimenti e lente innovazioni, il mercato è entrato in una grave crisi. Alcuni analisti si chiedevano se il settore si sarebbe mai ripreso ma, a partire dal 2014, gli investimenti sono ricominciati.

E quest’anno la tendenza del comparto sembra quella di premiare gli investimenti con ritorni profittevoli. Con aziende molto visibili come Google, Apple e Tesla Motors che hanno portato sul mercato, o si accingono a farlo, prodotti a tecnologia verde, il settore potrebbe finalmente iniziare a soddisfare le aspettative iniziali.

Nel mese di giugno, Google ha annunciato la sua decisione di convertire una centrale elettrica a carbone, in Alabama (Stati Uniti), in un data-center alimentato da fonti rinnovabili di energia. Gli attivisti di Greenpeace hanno subito sottolineato il simbolismo di prendere un impianto a carbone, reliquia del vecchio sistema energetico, e convertirlo in un servizio alimentato da energia rinnovabile.

Il 100% delle strutture dati della Apple sono alimentate con energia rinnovabile

Secondo Greenpeace, il 46% dei data-center aziendali sono alimentati con energie rinnovabili. Ma le statistiche di Apple sono ancora più impressionanti: il 100% delle strutture dati dell’azienda sono alimentate con energia rinnovabile e una partnership con la First Solar porterà alla creazione di una struttura di 2.900 acri che genererà 130 mega-watt di energia pulita.

Anche l’azienda automobilistica americana Tesla Motors sta facendo grandi sforzi per rendere le tecnologie verdi appetibili e profittevoli. Il nuovissimo “Ludricous mode“, che consentirà alla berlina elettrica Model-S di passare da 0 a 100 chilometri in appena 2,8 secondi, induce molti a pensare che il tempo delle automobili a benzina sia terminato.


Secondo Forbes, due tra i primi finanziatori della Tesla Motors hanno appena creato un fondo di investimento da 400 milioni di dollari che investirà in start-up attive nelle tecnologie verdi, nel comparto ambiente e con un’utilità sociale. Il fondo viene proposto come un investimento con impatti socio-economici e ambientali positivi, oltre che redditizio.

Tutto questo entusiasmo per il futuro delle energie alternative pulite non può che far ben sperare per tutto il settore delle tecnologie verdi nel suo complesso.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend