Economia

Le mani dei signori della droga messicani sul minerale di ferro

I Cavalieri Templari sono una delle più sanguinose e potenti organizzazioni criminali messicane, con connessioni in tutto il mondo che gli permettono la gestione di un nuovo lucroso business: il minerale di ferro.

Le mani dei signori della droga messicani sul minerale di ferro

Il cartello messicano dei Cavalieri Templari è una delle più potenti organizzazioni di trafficanti di droga esistenti in tutto il mondo. Fondato nel 2011 e con radici pseudo-religiose, ha recentemente diversificato le proprie attività nell’estrazione di minerali ferrosi.

Nella guerra tra questi potenti signori della droga e la polizia messicana, da pochi giorni è stato messo a segno un colpo importante.

La polizia è riuscita a impossessarsi di una nave che trasportava 68.000 tonnellate di minerale di ferro, estratto illegalmente. L’ingente sequestro segue di poco tempo un altro raid della polizia messicana, avvenuto ai primi di marzo, presso i depositi di stoccaggio nelle vicinanze dello stesso porto (Lazero Cadernas).

Nel corso degli ultimi anni, il cartello dei Cavalieri Templari ha allargato le proprie attività criminali all’estrazione e all’esportazione di minerale di ferro. All’inizio l’organizzazione importava dalla Cina sostanze chimiche come la metanfetamina e lavorando con diverse compagnie di navigazione ha gradualmente spostato l’attenzione sui minerali estratti illegalmente.

Nel corso degli ultimi anni, il cartello dei Cavalieri Templari ha allargato le proprie attività criminali all’estrazione e all’esportazione di minerale di ferro

In Messico la tensione è molto alta e lo scorso mese, nei pressi di Arteaga, la città natale di uno dei leader viventi dei Cavalieri Templari, tra un gruppo di vigilantes e la popolazione locale si sono verificati scontri violenti. I vigilantes, gruppi armati di cittadini che lottano contro la criminalità e la delinquenza, non sono riconosciuti dalle autorità messicane.

In molte cittadine messicane, il potere dei signori della droga è tale che le autorità locali devono versare loro il 10% di tutti i fondi ricevuti dal governo centrale, oltre a concedere i grandi progetti immobiliari alle imprese edili controllate dal cartello della droga.

Nella città portuale di Lazero Cadernas, dove è avvenuto il sequestro del minerale di ferro, il sindaco è appena stato arrestato con l’accusa di collusione con la criminalità organizzata, sequestro di persona ed estorsione.

L’episodio non è per nulla isolato in un paese come il Messico, flagellato dalla corruzione. Il 17 aprile un altro sindaco era stato arrestato perchè complice del cartello della droga, così come il governatore dello stato di Michoacan, arrestato per i suoi legami con il gruppo dei Cavalieri Templari.


Tutto ciò conferma i sospetti che i Cavalieri Templari abbiano un esteso controllo del Messico e una fortissima influenza anche in altri paesi. Non sarebbe altrimenti possibile per nessuno riuscire a condurre un’attività di contrabbando di minerale di ferro, senza forti legami con il governo nazionale e con i governi esteri.

Soltanto nei primi mesi di quest’anno, la polizia messicana ha sequestrato 200.000 tonnellate di minerale di ferro estratto illegalmente e destinato ad essere esportato in Cina.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend