Mercati

La Cina svaluta lo yuan. Niente panico per il momento

Anche se l’ultima svalutazione dello yuan non ha provocato terremoti finanziari, potrebbe essere un segnale preoccupante per molti mercati, compresi quelli dei metalli.

La Cina ha svalutato ancora la sua moneta, fortunatamente senza trascinare i mercati nel panico come era successo lo scorso agosto.

Una svalutazione piccola quella di mercoledì, soltanto di circa lo 0,34%, ma significativa di una politica monetaria improntata a dare una mano alla propria crescita economica e strettamente sotto il controllo del governo.

L’economia del paese, secondo il Partito Comunista Cinese, sta crescendo tra il 6,5% e il 7% all’anno, ma secondo Capital Economics e altri analisti indipendenti la crescita reale si avvicina al 4,2%.

Ma allora l’economia cinese ha bisogno di altri stimoli? E tutto questo, che impatti può avere sul mercato dei metalli?

L’economia del paese, secondo il Partito Comunista Cinese, sta crescendo tra il 6,5% e il 7% all’anno

Due domande che si stanno facendo i traders di tutto il mondo, in attesa anche di cosa farà la Federal Reserve americana (FED). La mossa cinese potrebbe essere un tentativo di anticipare l’aumento dei tassi della FED in giugno o luglio, cosa che renderà il dollaro americano più forte contro lo yuan. Una possibilità data al 50%.

Comunque sia, per ora, sembra che i funzionari cinesi ritengano che gli interventi monetari della banca centrale (PBOC) siano salutari per l’economia nazionale. Una moneta stabile e controllata è ben vista anche dai partner commerciali che temono che una valuta più debole aumenterebbe le esportazioni cinesi a scapito di tutti quei generi prodotti altrove, compresi i metalli.


Ma non tutti la pensano così e, come credono molti osservatori di mercato, è in corso una lotta tra gli alti dirigenti cinesi su cosa fare. Come riferisce il Wall Street Journal, in un incontro a porte chiuse svoltosi a marzo, alcuni tra i più importanti economisti e banchieri della Cina hanno chiesto alla PBOC di smettere di opporsi ai mercati finanziari e di lasciare che il valore dello yuan cada.

Anche se per il momento questa eventualità è stata rigettata, potrebbe tornare in essere molto prima di quanto ci si possa attendere. E sarà una vera rivoluzione per i mercati.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend