Destinazione Indocina: 3 hotel storici degli imperi coloniali

Nel programma di viaggio di chi cerca l’emozione di rivivere un passato affascinante come quello degli imperi coloniali, non può mancare l’esperienza di un soggiorno negli hotel storici dell’Indocina.

Immagina per un momento di poter tornare indietro nel tempo verso un’epoca di avventure e romanticismo, in un mondo in cui palazzi opulenti, templi misteriosi e lussuose ville coloniali si combinano per creare un’atmosfera di incomparabile stravaganza.

Pensa di poter rivivere l’epoca d’oro del viaggio, in un periodo in cui celebrità, diplomatici e reali si mescolavano nelle magnifiche sale da ballo dei grandi alberghi dell’Estremo Oriente.

Dalle eleganti riunioni di signore aristocratiche delle alte sfere della società coloniale del XIX secolo, fino ai fiammanti cocktail party dei Ruggenti anni Venti. Fino alle turbolenze della guerra e della rivoluzione nell’era post-coloniale che quasi minacciava di distruggerli. Questi hotel hanno visto veramente di tutto.

Se ti piace viaggiare in maniera sofisticata, se il tuo interesse è incentrato sull’architettura e sulla storia, allora passare del tempo negli alberghi storici del sud est asiatico è quasi un obbligo. Entrare in questi hotel, attraversare queste hall verso la concerge è spesso come affrontare un viaggio nel tempo che ti riporta in quelle atmosfere, oramai perdute, di un epoca passata.

Oggi ti parlo di tre alberghi coloniali che non puoi perderti nel tuo viaggio in Asia. Ovviamente, laddove il budget non è un problema che ti riguarda ed il tuo interesse per questo tipo di strutture è davvero forte. L’elenco è volutamente incompleto in quanto di questo tipo di alberghi ce ne sono svariati in giro per l’Indocina. Ho scelto perciò tre destinazioni un po’ meno mainstream di quello che ti potresti aspettare…. ecco 3 hotel storici che risalgono ai tempi dei più gloriosi imperi coloniali.

THE STRAND (Yangoon, Myanmar)

The Strand (Yangoon, Myanmar)

The Strand rappresenta l’essenza stessa di ciò che significa essere un hotel storico. Fondato nel 1901, è stato ampiamente considerato l’hotel più esclusivo dell’Impero Britannico. Per oltre un secolo è stato appellato con la definizione “l’hotel più bello a est di Suez”.

Questa grande costruzione è sopravvissuta a molti decenni di disordini e fu usata per ospitare brevemente le truppe giapponesi durante l’occupazione della Birmania, ma cadde in rovina dopo l’indipendenza. L’hotel The Strand è stato sottoposto a vasti lavori di ristrutturazione negli anni ‘90 e poi successivamente nel 2016, ma conserva ancora molte caratteristiche originali. L’edificio stesso è rimasto completamente immutato, senza aggiungere elementi architettonici esterni o altre parti strutturali.

Questo è l’hotel ideale per i viaggiatori che vogliono sperimentare un autentico hotel storico, come sarebbe apparso durante i suoi giorni di gloria.

The Strand ora è una reliquia della Birmania britannica. È situato in posizione centrale, a breve distanza dalle guglie dorate della Pagoda di Shwedagon e dall’affascinante mercato Bogyoke Aung San. Quest’ultimo, è un luogo ricco di antiquariato, gioielleria e artigianato, così come di cibo da strada e di bancarelle colorate che vendono frutta esotica. Vi consiglio anche di visitare la meno nota Pagoda di Botataung, vicino dall’hotel, che si dice ospiti i sacri capelli del Guatama Buddha stesso.

HOTEL METROPOLE (Hanoi, Vietnam)

hotel metropole (Hanoi, Vietnam)

Conosciuta come la “Parigi dell’Est“, Hanoi ha la reputazione di essere una delle città più romantiche del Sud-Est asiatico.

Insieme al vicino Teatro dell’Opera di Hanoi, che in realtà è stato modellato sul Palais Garnier di Parigi, il Metropole è stato il punto focale del panorama culturale di Hanoi sin dal periodo coloniale francese.

Nel corso degli anni, il Metropole ha ricevuto ospiti famosi da tutto il mondo, da Charlie Chaplin ad Angelina Jolie. Durante la guerra del Vietnam, nel seminterrato, fu costruito nel rifugio antiaereo per proteggere gli ospiti durante i bombardamenti aerei americani. Anche Jane Fonda ha soggiornato qui durante la sua controversa visita nel Vietnam del Nord negli anni ’60.

Mentre questo leggendario hotel offre una perfetta tranquillità e relax tra le sue mura, la città è piena di vita. La si può godere dai margini del famoso ristorante La Terrasse, o dal comfort di un risciò, che in Vietnam vengono chiamati “cyclo“, sulle strade trafficate del vibrante quartiere francese. Per vivere veramente l’atmosfera di questa zona storica di Hanoi, ti consiglio di assistere ad un concerto all’Opera House di Hanoi e cenare al leggendario Hanoi Press Club.

SOFITEL (Luang Prabang, Laos)

Sofitel (Luang Prabang, Laos)

Il Sofitel Luang Prabang offre agli ospiti l’opportunità di immergersi nella crème-de-la-crème dell’era coloniale di Luang Prabang. Ospitato nella residenza dell’ex governatore francese, completo di splendidi giardini botanici circondati da mura e torri di avvistamento, questa grandiosa residenza è l’incarnazione dell’esclusività e dell’eleganza architettonica francese.

La combinazione unica di stili laotiano e francese, così come la bellezza naturale del Laos, creano un ambiente davvero affascinante. La cena viene servita sotto una lussuosa tenda con lampadario o in un giardino illuminato a lume di candela sotto le stelle.

Luang Prabang è una città storica unica, ben conservata e bella, che è stata designata dall’UNESCO come patrimonio mondiale. Il Sofitel Luang Prabang si trova nelle immediate vicinanze del monastero di Wat Xieng Thong e del Palazzo Reale, che ora funge da museo. Per ottenere il massimo dal tuo soggiorno, fai un giro in auto fino alla splendida cascata di Kuang Si. Qui potrai fare il bagno nelle chiare piscine turchesi, circondate da una giungla verde smeraldo.

Questo elenco è per forza di cose incompleto, dovrei parlarvi anche di posti come il The Penisula ad Honk Hong, Raffles Hotel a Singapore, il Mandarin Oriental a Bangkok o il Raffles Le Royal di Phon Penh… magari lo farò nei prossimi articoli!

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Chimico per sbaglio ed expat per scelta. Difficilmente sceglie la prima proposta o la strada piu’ battuta, dopo lungo curiosare e viaggiare tra Europa, Sudamerica e Sud Est Asiatico sembra aver trovato da qualche anno a Bangkok una dimensione accettabile per la sua natura curiosa ed a tratti insofferente. Crede fermamente nella condivisione delle conoscenze con conseguente moltiplicazione del sapere. Il suo blog:VIVEREBANGKOK.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.