Metalli Preziosi

I paesi che producono più platino e palladio nel mondo (2014)

La mappa completa di dove viene prodotta la maggior parte del palladio e del platino in tutto il mondo secondo gli ultimi dati del US Geological Survey (USGS).

Tutti i metalli del gruppo del platino (PGM) sono assai ricercati per la loro resistenza alla corrosione, la durata e le ottime proprietà catalitiche.

Tutte proprietà che li rendono particolarmente adatti per la creazione di gioielli, ma anche per applicazioni industriali e nel settore dell’elettronica.

Ad oggi, l’industria automobilistica è il più grande consumatore mondiale di questi metalli, che vengono utilizzati nei convertitori catalitici per i sistemi anti-inquinamento dei veicoli. Poichè la produzione automobilistica è prevista in crescita nei prossimi anni, in particolare nei mercati emergenti, la domanda di tutti questi metalli è destinata ad aumentare.

In particolare, la domanda di palladio è in forte crescita. Infatti il palladio è normalmente utilizzato per i convertitori catalitici nei motori a benzina, mentre il platino viene utilizzato nei motori diesel. Tuttavia, il palladio ha cominciato a sostituire il platino anche nei convertitori catalitici dei motori diesel.

In questo contesto, i principali paesi produttori di PGM potrebbero beneficiare di condizioni di mercato più favorevoli per i loro metalli.

Secondo l’US Geological Survey (USGS), nel 2014, i principali paesi produttori di platino e palladio sono stati i seguenti.

  1. sud africaSUD AFRICA (produzione di platino: 110 tonnellate, produzione di palladio: 60 tonnellate). Il leader mondiale nella produzione di platino, detiene anche le maggiori riserve conosciute di PGM a livello mondiale. Attualmente dalle miniere sudafricane viene estratto il 78% di tutto il platino del pianeta. Secondo il Wall Street Journal, gli scioperi che hanno colpito tutto il settore minerario del paese nel corso dello scorso anno, hanno causato una perdita di 2 miliardi di dollari di fatturato ai tre principali produttori che operano nel paese: Anglo American Platinum, Impala Platinum Holdings e Lonmin.
  2. russiaRUSSIA (produzione di platino: 25 tonnellate, produzione di palladio: 81 tonnellate). È il più grande produttore di palladio del mondo e ha una significativa influenza sul mercato globale di questo metallo. Nel 2014, la crisi politica in Ucraina e le preoccupazioni circa le sanzioni economiche contro la Russia hanno spinto il prezzo del palladio verso l’alto in seguito ai timori degli acquirenti di una interruzione delle forniture.
  3. canadaCANADA (produzione di platino: 7,2 tonnellate, produzione di palladio: 17 tonnellate). Anche se le riserve totali di PGM del paese, stimate in 310 tonnellate, sono meno della metà rispetto agli altri paesi di questa graduatoria, le aziende minerarie del paese sono molto attive nelle nuove esplorazioni alla scoperta di nuovi depositi.
  4. zimbabweZIMBABWE (produzione di platino: 11 tonnellate, produzione di palladio: 10 tonnellate). Nel 2013 il ministro delle miniere del paese ha introdotto nuove regole per le aziende minerarie che esportavano PGM non raffinati, con l’obbiettivo di favorire le trasformazioni e le lavorazioni dei metalli all’interno del paese. Un obbiettivo molto difficile da raggiungere a causa del difficile ambiente operativo per le aziende straniere, che continuano a sperare di beneficiare delle riserve di PGM del paese.
  5. stati unitiSTATI UNITI (produzione di platino: 3,65 tonnellate, produzione di palladio: 12,2 tonnellate). L’unico produttore di PGM statunitense è Stillwater Mining Company, che possiede le miniere di Stillwater e di East Boulder. L’azienda opera anche con una raffineria ed un’attività di recupero di catalizzatori esausti. Da pochi mesi, anche la Lundin Mining ha iniziato la produzione di PGM, come sottoprodotto dell’estrazione di rame e nichel, nella miniera Eagle, in Michigan.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend