Economia

Grandi depositi di grafite in Africa

Molte aziende sono a caccia di grafite, un materiale con prospettive di consumi in crescita, anche grazie alle nuovissime tecnologie di prototipazione.

Il mercato internazionale guarda con grande interesse alla grafite, e di conseguenza al grafene, anche per le enormi opportunità che questi materiali potrebbero offrire per la nuovissima tecnologia della stampa in 3D.

In tutto il mondo la domanda di grafite sta crescendo rapidamente e molte aziende sono alla ricerca di nuovi depositi.

Il continente dove questa ricerca ha dato finora i maggiori frutti è l’Africa, soprattutto in Madagascar, Mozambico, Namibia e Tanzania.

  • Madagascar – Nel paese opera la Canada’s Energizer Risorse, una società mineraria focalizzata sulla grafite e sul vanadio, il cui progetto di punta è a Molo, in Madagascar. Il progetto completo (sulla carta) sarà pronto alla fine di quest’anno. La società sta cercando di raccogliere gli investimenti dei più grandi acquirenti asiatici, che vanno dai produttori di refrattari ai produttori di batterie al litio e di elettronica di consumo.
  • Mozambico – La Australia Syrah Resources  è attiva nel paese con un progetto per estrarre grafite e vanadio a Balama. Balama è una grande concessione mineraria situata a Cabo Delgado, una provincia a nord del paese, accessibile da una strada che collega il porto di Pemba. Dalle prime ricognizioni sembra che l’area sia ricca di minerale di alta qualità e di vanadio. La società, che ha una licenza mineraria di 25 anni, inizierà la costruzione della miniera nella primavera del 2015.
  • Namibia – La società Next Grafite ha puntato sul rilancio della vecchia miniera di grafite di Aukam, nel sud della Namibia. La miniera ha prodotto tra il 1940 e il 1974 circa 25.000 tonnellate di grafite. Gli esperti della società ritengono che il deposito contenga ancora più di 4 milioni di tonnellate di minerale di alta qualità, di origine idrotermale.
  • Tanzania – La Kibaran Resources, società australiana, ha ben tre progetti per l’estrazione di grafite in Tanzania: Tanga, Mahenge e Merelani-Arusha.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend