Energia

Elettricità gratis in Cile, grazie all’energia solare

Il Cile sta producendo così tanta energia solare, da poterla regalare. È il risultato di ingenti investimenti nel settore delle rinnovabili che adesso deve però trovare un vantaggio in termini di profitti per gli investitori.

Elettricità gratis in Cile, grazie all'energia solare

Qualche volta i mercati producono capricciosi e imprevedibili effetti.

Come nel caso del Cile, che sta producendo così tanta energia solare da venderla ad un prezzo pari a zero.

Un fenomeno che a prima vista potrebbe sembrare estremamente positivo e incoraggiante per tutto il settore delle energie rinnovabili, sta però causando problemi a tutte quelle aziende del paese che vorrebbero investire nel solare.

Naturalmente, per gli utenti che pagano le bollette dell’energia elettrica e per l’ambiente, è una vera e propria benedizione.

I prezzi spot determinati dalla domanda e dall’offerta per l’energia elettrica, hanno raggiunto e mantenuto lo zero per 113 giorni

La capacità di energia elettrica del Cile, interconnesso tramite il SIC (Sistema Interconectado Central), è quadruplicata del corso degli ultimi tre anni, raggiungendo i 770 megawatt. Sono operativi 29 parchi solari e altri 15 sono in cantiere.

Come ha riportato Bloomberg, i prezzi spot determinati dalla domanda e dall’offerta per l’energia elettrica, hanno raggiunto e mantenuto lo zero per 113 giorni nel corso di quest’anno. Nel 2015 si era verificata la stessa cosa per 192 giorni.

È certamente entusiasmante essere riusciti ad ottenere così tanta energia solare prodotta ma, secondo gli esperti, i prezzi prossimi allo zero scoraggiano gli investimenti futuri poiché a queste condizioni  le centrali energetiche non sono redditizie.

Le infrastrutture del paese per far fronte all’afflusso di energia solare sono carenti e gli sforzi futuri saranno indirizzati in questa direzione, costruendo una linea di trasmissione di 3.000 chilometri per collegare il SIC con la rete di alimentazione a nord del Cile. In questo modo, quando vi è un surplus di energia, sarà possibile instradarlo verso le aree che ne hanno bisogno.

Il Cile è molto più avanti di altri paesi dell’America Latina per quanto riguarda le energie rinnovabili, producendone da solo più di tutti i paesi del continente messi insieme.


Certamente, il paese è stato favorito dall’abbondanza di sole, vento e acqua ma ha anche fatto investimenti impressionanti nelle tecnologie per massimizzare lo sfruttamento di tutte queste risorse naturali. Ne è un esempio la centrale di Atacama, una torre solare nel bel mezzo del deserto omonimo. Alta più di 200 metri, quest’opera da 1,1 miliardi di dollari utilizza specchi per concentrare la luce solare su un ricevitore d’acciaio del peso di circa 2.000 tonnellate e, grazie a 10.600 specchi eliostatici e 50.000 tonnellate di sale fuso, è in grado di fornire energia elettrica 24 ore su 24.

Il governo cileno è consapevole delle enormi opportunità di esportare energie rinnovabili, grazie all’integrazione e all’interconnessione. Se gli sforzi in atto in questa direzione riusciranno a diventare una impresa economicamente redditizia, i vantaggi per tutta l’economia del Cile saranno enormi.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend