Dove si producono più fosfati nel mondo. I primi 10 paesi

La produzione globale di fosfati crescerà del 2% fino a 2020. Ma i protagonisti di questa crescita si trovano concentrati in questi dieci paesi…

Dove si producono più fosfati nel mondo. I primi 10 paesi

Come noto, fosfato e potassio sono utilizzati principalmente per la produzione di fertilizzanti per le colture e di integratori di mangimi per animali. Solo il 5% della produzione mondiale viene impiegato in altre applicazioni, tra cui edilizia, saponi e detergenti.

Nel 2018 la produzione mondiale di fosfati è cresciuta, nonostante la grave battuta d’arresto negli Stati Uniti provocata dall’uragano Irma. Infatti, la tempesta tropicale, che ha colpito la Florida nel 2017, ha danneggiato gravemente le aziende impegnate nell’estrazione e nella produzione di fosfati e fertilizzanti.

Il quadro globale della situazione emerge dagli ultimi dati dello US Geological Survey (USGS) riferiti al 2018, da cui si desumono i 10 paesi più importanti del mondo nella produzione di fosfati.

1

CINA (produzione mineraria: 140 milioni di tonnellate)

La produzione cinese è calato rispetto all’anno precedente, probabilmente a causa delle misure repressive a salvaguardia dell’ambiente che hanno colpito il settore minerario. Ma qualche analista sottolinea come i dati del 2017 potrebbero essere stati gonfiati e, quindi, la produzione del 2018 rappresenterebbe in realtà una crescita. Il paese ha anche la seconda più grande riserva di fosfati al mondo, con 3,2 miliardi di tonnellate di depositi.

2

MAROCCO-SAHARA OCCIDENTALE (produzione mineraria 33 milioni di tonnellate)

Pur non essendo i maggiori produttori del mondo, il Marocco e il Sahara Occidentale hanno le maggiori riserve di fosfato. Infatti, con 50 miliardi di tonnellate di riserve, questa regione rappresenta oltre il 70% delle riserve mondiali.

3

STATI UNITI (produzione mineraria: 27 milioni di tonnellate)

Come accennato, nel 2018, l’estrazione di fosfati negli Stati Uniti è diminuita, scendendo di 900.000 tonnellate rispetto all’anno precedente. I principali stati produttori, la Florida e la Carolina del Nord, rappresentano oltre il 75% della produzione nazionale.

4

RUSSIA (produzione mineraria: 12,5 milioni di tonnellate)

La produzione di fosfato della Russia è leggermente diminuita nel 2018, ma il paese ha 600 milioni di tonnellate di riserve. Inoltre, i depositi di fosfato russi contengono una bassa quantità di cadmio e le recenti preoccupazioni circa la presenza di questo metallo pesante cancerogeno per l’uomo, potrebbero creare ulteriori opportunità per l’industria di fosfati nel paese.

5

GIORDANIA (produzione mineraria: 8,8 milioni di tonnellate)

La produzione mineraria di fosfati della Giordania è leggermente aumentata, da 8,6 milioni di tonnellate nel 2017 a 8,8 milioni di tonnellate nel 2018. Inoltre, le riserve di fosfati del paese ammontano a circa 1 miliardo di tonnellate.

6

BRASILE (produzione mineraria: 5,4 milioni di tonnellate)

L’anno scorso, il Brasile ha prodotto 5,4 milioni di tonnellate di fosfato, in aumento rispetto ai 5,2 milioni di tonnellate prodotte nel 2017. Tra l’altro, il paese ha un settore agricolo in forte espansione ed è il quinto più grande consumatore di fertilizzanti; da qui al 2025 la domanda dovrebbe crescere due volte più velocemente rispetto al resto del mondo.

7

ARABIA SAUDITA (produzione mineraria: 5,2 milioni di tonnellate)

Il paese possiede 1,4 miliardi di tonnellate di riserve di fosfato. Lo stabilimento di Waad al-Shamal, che entro la fine di quest’anno raggiungerà la sua piena capacità produttiva, dovrebbe essere uno dei più grandi impianti al mondo per la produzione di fosfati.

8

EGITTO (produzione mineraria: 4,6 milioni di tonnellate)

La produzione mineraria di fosfati in Egitto è cresciuta leggermente nel 2018 rispetto all’anno precedente. Le riserve di fosfato si attestano a 1,3 miliardi di tonnellate.

9

ISRAELE (produzione mineraria: 3,9 milioni di tonnellate)

L’anno scorso Israele ha registrato un leggero aumento della produzione di fosfati. L’azienda produttrice più importante del paese è la Israel Chemicals.

10

VIETNAM e TUNISIA (produzione mineraria: 3,3 milioni di tonnellate)

La decima posizione della classifica è occupata a pari merito da Vietnam e Tunisia, che hanno prodotto 3,3 milioni di tonnellate di fosfati ciascuna. Il Vietnam ha riserve di 30 milioni di tonnellate, mentre la Tunisia ne ha 100 milioni di tonnellate.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend