Mercati

Il destino dei prezzi del nichel si decide nelle Filippine

I prezzi del nichel scendono drasticamente a causa degli ultimi eventi politici nelle Filippine. Cosa dobbiamo aspettarci per i prossimi mesi?

Il destino dei prezzi del nichel si decide nelle Filippine

La partita internazionale del nichel si sta giocando nelle Filippine.

Sembra che Gina Lopez, nominata dal Presidente Rodrigo Duterte, non verrà confermata al Ministero dell’Ambiente. Una buona notizia per l’industria mineraria del paese che temeva le misure per la salvaguardia ambientale del nuovo ministro, giudicate penalizzanti per il settore. I prezzi del nichel hanno reagito alla notizia scendendo del 10%.

Il rally del metallo è iniziato quando Duterte è diventato presidente delle Filippine, lo scorso giugno. Da allora i prezzi sono cresciuti sul giro di vite ambientale nell’industria mineraria del paese. Le Filippine è il più importante esportatore di minerale di nichel del mondo e se Gina Lopez diventasse Ministro dell’Ambiente è ragionevole pensare che le forniture di metallo subirebbero una frenata, con una conseguente impennata dei prezzi a livello mondiale per quest’anno. Al contrario, la bocciatura di Gina Lopez sarebbe una vittoria delle società minerarie nella battaglia contro gli ambientalisti, con una pressione verso il basso dei prezzi.

Il rally del nichel è iniziato quando Duterte è diventato presidente delle Filippine

Anche se il Presidente Duterte continua a sostenere la Lopez, crescono le speranze per il raggiungimento di un compromesso tra gli ambientalisti e l’industria mineraria.

Nel frattempo, le notizie che arrivano dall’Indonesia circa la rimozione parziale del divieto di esportazione, con il conseguente aumento delle quantità di nichel disponibili sul mercato, potrebbero spingere i prezzi verso il basso, anche se la forma esatta del nuovo regime delle esportazioni indonesiane è poco chiaro.

Per gli analisti, la recente discesa dei prezzi del nichel è stata aiutata anche dalla retromarcia del petrolio al di sotto dei 50 dollari al barile. La debolezza dei prezzi dell’oro nero è sempre stata un fattore ribassista per il nichel, così come per gli altri metalli industriali.

A questo punto, è lecito domandarsi se il forte trend ascendente del nichel non sia giunto al termine. Certamente, le vicende delle Filippine e i prezzi del petrolio saranno determinanti per il futuro prossimo del metallo siderurgico.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to friend