Mercati

Anche il piombo imbocca la strada del rialzo

Anche se i fondamentali del mercato non sono cambiati, i prezzi del piombo sono lanciati verso l’alto. I metalli industriali sono forse il nuovo amore della finanza internazionale?

È arrivato anche per il piombo il momento di fare festa?

Dopo un anno di alti e bassi, i prezzi di piombo sembrano aver trovato la strada del rialzo e hanno raggiunto il loro livello più alto da un anno a questa parte: 1.900 dollari a tonnellata (contratto LME a 3 mesi).

Secondo gli ultimi dati dell’International Lead and Zinc Supply Group (ILZSG), le forniture di piombo raffinato durante i primi quattro mesi di quest’anno hanno superato la domanda di 23.000 tonnellate. Le riduzioni in Australia, Cina, India e Stati Uniti hanno ridotto la produzione globale mineraria del 5% rispetto ai primi quattro mesi del 2015.

La produzione mondiale di metallo è diminuita del 1,8%, mentre la domanda globale è diminuita del 2,5%

La produzione mondiale di metallo è diminuita del 1,8%, mentre la domanda globale è diminuita del 2,5%. Al contrario, in Cina la produzione è aumentata a fronte di un aumento della domanda europea, ma il consumo interno è diminuito del 12,1%.

Insomma, un quadro abbastanza neutrale e che non farebbe presagire alcun rialzo dei prezzi per il piombo. Ma allora, cosa è cambiato nel mercato e cosa ha innescato la salita delle quotazioni?

La risposta a questa domanda è tutta nell’aumentato appetito dei fondi di investimento per i metalli industriali. In altre parole, anche se i fondamentali del piombo non sono troppo rialzisti, sul mercato finanziario tira un’aria favorevole ai metalli e il sentimento degli investitori internazionali è migliorato significativamente.

È anche vero che gli ultimi dati economici cinesi forniscono qualche spazio per l’ottimismo, il cui riflesso ha contagiato il mercato azionario cinese, in vena di rialzi.


Come molti analisti sostengono, se il sentimento generale si manterrà positivo i prezzi del piombo non potranno che continuare a salire.

Come già successo in passato, ancora una volta, il mercato non è guidato dai fondamentali ma dalla finanza, che sembra credere al rialzo di molti metalli industriali. Speriamo che l’idillio possa durare…

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend