Amicizia, tequila e dollari: una storia con George Clooney

Cosa ci fa George Clooney in un puzzolente bar messicano davanti ad un bicchiere di tequila? Non è la scena di un film, ma un momento di vita reale del famoso attore…

Se vi piace la tequila conoscete di certo Casamigos, un marchio che ha fatto molto parlare di sé.

Per chi invece non lo conosce, o a chi non piace la tequila, sarà comunque interessante sentire la storia di Casamigos, che è anche la storia di una grande amicizia, di una grande celebrità e di un grande business.

La storia di questa tequila non poteva che cominciare in un bar, circa 30 anni fa, a New York. È qui che si incontrano George ClooneyRand Gerber, il primo un attore ancora sconosciuto e il secondo un imprenditore del settore dell’intrattenimento (attualmente è sposato con Cindy Crawford).

Una grande amicizia, benedetta dalla tequila

Davanti ad una bottiglia di tequila nasce una grande e duratura amicizia che porta i due, nel 2009, a costruire insieme le loro case stravaganti in Messico, una affiancata all’altra. Quale nome migliore potevano dare al complesso se non Casamigos (la casa degli amici)?

Tra queste mura in terra messicana nasce l’idea di produrre una tequila perfetta per i loro palati.

Per chi conosce George Clooney, la cosa è tutt’altro che sorprendente. È, come si dice, una bella persona, affascinante, generoso e coinvolto in molteplici cause umanitarie. Ma è anche un pazzo uomo d’affari che si lascia coinvolgere con grande entusiasmo in nuovi business, non sempre redditizi.

Comunque, George e Rand decidono di fare un’indagine a tutto campo di cosa offre il mercato. Iniziano a scorrazzare per il Messico in motocicletta, bevendo tutti i tipi di tequila. Un’idea decisamente pazza, ma straordinariamente divertente!

La miscela perfetta

Dopo aver passato al setaccio un numero imprecisato di bar e dopo aver bevuto litri di tequila, forse in un momento in cui non erano per nulla sobri, decidono che saranno loro a produrre la tequila perfetta, il più possibile vicina ai loro gusti particolari. Trovano un distillatore a Jalisco, in Messico, e dopo un sacco di prove ed errori inventano la miscela perfetta.

Inizialmente, questa tequila era riservata solo ad amici e parenti e non c’era nessuna intenzione di venderla al pubblico. Ma bevevano così tanta tequila, sia George che Rand che tutti i loro amici, che il distillatore si rifiutò di continuare senza una licenza commerciale che regolarizzasse la produzione. Ecco come è nata, nel 2013, l’attività commerciale della tequila Casamigos.

Un business da 170.000 casse di tequila all’anno

L’azienda nasce fortunata e, da subito, conquista il palato di molti consumatori. Nel 2017 ha venduto 170.000 casse di tequila in 20 paesi, tra cui Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda, Hong KongSpagna Italia.

Recentemente, George Clooney ha venduto la sua partecipazione in Casamigos a Diageo (la multinazionale degli alcolici e della birra), facendo un ottimo affare. Aveva investito 600mila dollari (così come gli altri due soci d’affari) e dalla vendita ha ricavato la bellezza di 233 milioni di dollari.

Ancora ottimi amici, George ClooneyRand Gerber hanno dichiarato che rimarranno affezionati a Casamigos anche dopo la vendita e che continueranno a promuovere il marchio. Naturalmente, come da tradizione, ciò comprende il campionamento di ogni lotto di tequila per assicurarsi che soddisfi i loro standard!

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.