Investimenti

Alla ricerca di monete d’oro e d’argento

In alcuni stati americani sarà presto possibile pagare utilizzando monete d’oro e d’argento? Utah, Carolina del Sud, Georgia, Idaho e Indiana sembrano aver più fiducia dell’oro e dell’argento che non del dollaro.

Alla ricerca di monete d'oro e d'argento

Un numero crescente di stati sono alla ricerca di monete nuove, d’oro e d’argento. Preoccupati che la Federal Reserve (FED) e il dollaro siano sull’orlo del collasso, 13 stati americani, tra i quali il Minnesota, il Tennessee, lo Iowa, il South Carolina e la Georgia stanno esplorando l’opzione di rilasciare una moneta alternativa in oro o argento.

In caso di iperinflazione, depressione o altra calamità economica legata al fallimento del sistema della Federal Reserve, le finanze pubbliche dello stato e dell’economia privata saranno gettate nel caos” ha detto Glen Bradley, rappresentante repubblicano della Carolina del Nord, che ha presentato un disegno di legge per introdurre le monete d’oro e d’argento da affiancare al sistema monetario tradizionale.

A differenza delle singole comunità, autorizzate a creare una propria moneta, la Costituzione americana vieta agli stati la stampa di carta moneta propria. Permette invece loro di creare monete d’oro e d’argento per pagare i debiti. Così i legislatori di molti stati sono diventati fautori di questa iniziativa anche in considerazione del fatto che oro e argento sono cresciuti come valore in termini esponenziali, mentre il dollaro continua a perdere terreno.

Lo stato dell’Utah è stato il primo ad introdurre una propria moneta alternativa quando il governatore Gary Herbert ha firmato un disegno di legge (marzo 2011) che ha riconosciuto le monete d’oro e d’argento emesse dalla zecca degli Stati Uniti come una forma legale di pagamento. Le monete vengono trattate come dollari statunitensi ai fini fiscali, eliminando quindi le imposte sulle plusvalenze. Poiché il valore nominale delle monete d’oro e d’argento è molto inferiore al valore reale del metallo, la nuova legge permette che le monete vengano scambiate al loro valore di mercato (in base al peso e alla purezza).

Altri stati che hanno buone probabilità di introdurre monete d’oro e d’argento nel proprio ordinamento a partire da quest’anno (2012) sono la Carolina del Sud, Georgia, Idaho e Indiana. Secondo molti osservatori se uno o due di questi stati riuscisse nel proprio intento, scatenerebbe un effetto domino in tutti gli Stati Uniti.

Un sistema elettronico garantito dall’oro


Sono alla studio sistemi di deposito e pagamento elettronici, garantiti da riserve fisiche di oro, per rendere le transazioni più facili. Utah Gold & Silver Depository ha già sviluppato un sistema i cui clienti possono utilizzare le carte di debito legate alle loro riserve auree. Quando i clienti usano le loro carte di debito per effettuare transazioni, le monete d’oro e d’argento vengono fisicamente trasferite tra conti di deposito in base al valore di mercato del metallo in quel momento.

Naturalmente esistono molti detrattori all’introduzione di monete d’oro e d’argento. Essi credono che se ogni stato avesse monete d’oro e d’argento, la conseguenza sarebbe un ulteriore indebolimento del dollaro che potrebbe portare l’intero paese ad un default. Secondo David Prezzemolo, professore di economia e finanza presso la Vanderbilt University, “la moneta unica statunitense (il dollaro) sta lavorando bene e non vedo perchè qualcuno dovrebbe voler distruggere qualcosa di così grande successo.”

METALLIRARI.COM © RIPRODUZIONE RISERVATA

AGGIUNGI UN COMMENTO

Inserisci il primo commento!

Avvisi:
avatar
wpDiscuz

Libro Metalli Rari

Send this to friend