I 10 paesi che producono più petrolio nel mondo

La produzione mondiale di petrolio continua a crescere, come avviene ormai da anni. Ecco chi sono i paesi protagonisti di questo ricco mercato.

I 10 paesi che producono più petrolio nel mondo

I prezzi del petrolio sono assai lontani dai picchi che hanno toccato nel 2008 ma, dal 2016, sono rimbalzati in modo significativo, rinnovando l’interesse per il settore.

Il sentimento degli investitori e i prezzi hanno cominciato a cambiare dopo l’accordo sul controllo della produzione tra l’OPEC e 11 dei maggiori produttori mondiali di petrolio. Tale accordo prevedeva una riduzione della produzione di petrolio di quasi 1,8 milioni di barili al giorno e, verso la fine del 2018, l’OPEC ha deciso nuovamente di tagliare la produzione di greggio di 1,2 milioni di barili al giorno, nel tentativo di stabilizzare i prezzi.

Ma nonostante questi sforzi, l’aumento della produzione di petrolio negli Stati Uniti e in altri paesi come il Brasile e la Libia, ha attenuato l’effetto dei tagli e generato una certa volatilità dei prezzi.

In queste circostanze, i 10 paesi che hanno prodotto più petrolio nel mondo sono quelli che emergono dai dati 2018 dell’americana Energy Information Administration (EIA).

1

STATI UNITI (produzione: 17.886.000 barili al giorno)

Sono gli Stati Uniti il paese che ha prodotto più petrolio nel mondo. Nel 2018 hanno aumentato la produzione, che nel 2017 era di 15.647.000 barili al giorno. Il paese è anche un grande consumatore di petrolio e l’anno scorso ha assorbito un totale di circa 19,88 milioni di barili al giorno.

2

ARABIA SAUDITA (produzione: 12.419.000 barili al giorno)

L’Arabia Saudita possiede il 18% delle riserve mondiali accertate di petrolio e si classifica come il più grande esportatore di petrolio. Petrolio e gas rappresentano circa il 50% del PIL del paese e circa l’85% dei suoi proventi da esportazione.

3

RUSSIA (produzione: 11.401.000 barili al giorno)

La produzione petrolifera russa è cresciuta, passando da 11.210.000 barili nel 2017 a 11.401.000 barili dell’anno scorso. La maggior parte delle riserve della Russia si trovano nella Siberia occidentale, tra i monti Urali e l’altopiano siberiano centrale, nonché nella regione degli Urali-Volga che si estende fino al Mar Caspio.

4

CANADA (produzione: 5.295.000 barili al giorno)

Anche la produzione canadese è aumentata tra il 2017 e il 2018. Quasi tutte le riserve di petrolio del Canada si trovano in Alberta e il 97% di queste si trovano sotto forma di sabbie bituminose. Le esportazioni verso gli Stati Uniti rappresentano la stragrande maggioranza delle esportazioni di energia del Canada.

5

CINA (produzione: 4.816.000 barili al giorno)

La produzione di petrolio cinese, che era diminuita nel 2017, è cresciuta nel 2018. La Cina è il secondo maggior consumatore di petrolio al mondo e, dal 2014, è anche il secondo più grande importatore netto. La Cina riceve molto del petrolio che consuma dall’Iran.

6

IRAQ (produzione: 4.616.000 barili al giorno)

L’Iraq ha riconquistato la sesta posizione dopo che, nel 2017, era stato superato dall’Iran. Il paese detiene la quinta più grande riserva petrolifera comprovata del mondo (144 miliardi di barili), che rappresenta quasi il 18% delle riserve in Medio Oriente e quasi il 9% delle riserve globali.

7

IRAN (produzione: 4.471.000 barili per giorno)

La produzione petrolifera iraniana è diminuita lo scorso anno, passando da 4.695.000 a 4.471.000 barili al giorno. Secondo l’EIA, l’Iran detiene la quarta più grande riserva petrolifera comprovata al mondo e la seconda più grande riserva mondiale di gas naturale.

8

EMIRATI ARABI UNITI (produzione: 3.791.000 barili al giorno)

Gli Emirati Arabi Uniti sono membri dell’OPEC e si sono classificati per decenni tra i 10 principali paesi produttori di petrolio. Il paese detiene la settima più grande riserva petrolifera comprovata del mondo (97,8 miliardi di barili), con la maggior parte di essa ad Abu Dhabi.

9

BRASILE (produzione: 3.428.000 barili al giorno)

L’anno scorso, la produzione petrolifera brasiliana è balzata drasticamente: 3.428.000 barili al giorno dai 3.363.000 dell’anno precedente. Secondo l’EIA, il consumo totale di energia primaria in Brasile è quasi raddoppiato nell’ultimo decennio a causa della forte crescita economica. La maggior parte del consumo energetico del Brasile è il petrolio e gli altri combustibili liquidi, seguiti da energia idroelettrica e gas naturale.

10

KUWAIT (produzione: 2.870.000 barili al giorno)

Dopo due anni consecutivi di diminuzione della produzione petrolifera, lo scorso anno il Kuwait ha registrato una leggera ripresa. Il settore petrolifero e del gas rappresenta circa il 60% del PIL del paese e circa il 95% dei proventi delle esportazioni.

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Send this to a friend