Economia

I 10 paesi con le tasse più alte d’Europa

Molti italiani si sentono vessati da un fisco troppo vorace e invadente ma, in Europa, esistono paesi con tasse anche più alte.

La mappa degli inferni fiscali in Europa è stata recentemente aggiornata grazie ad uno studio dell’Institut Économique Molinari (IEM), con sede a Bruxelles.

Dopo essere stato leader incontrastato per cinque anni consecutivi, il Belgio cede il primo posto nella classifica dei paesi più tassati alla Francia che, con un’aliquota fiscale reale del 57,53% supera tutti nell’Unione Europea (UE).

Naturalmente, c’è anche l’Italia nella Top Ten, che in questo genere di graduatorie non manca mai. Nel nostro paese l’aliquota fiscale reale media si attesta al 50,13% che, tradotto in altre parole, significa che ogni cittadino lavora gratuitamente per lo Stato per 183 giorni all’anno. Un po’ meno della Francia, dove le persone devono lavorare per rimpinguare le casse statali per 210 giorni all’anno.

Tra i 28 Stati membri dell’UE, Cipro è la nazione dove le tasse sono più basse, con un’aliquota del 23,85%, meno della metà della Francia o dell’Italia. Inoltre, nella UE, per la seconda volta, c’è stata una lieve diminuzione della aliquote fiscali reali negli ultimi sei anni, dal 45,19% al 44,96% in media.

La classifica dei 10 paesi con le tasse più alte d’Europa (imposte, per la precisione) tiene conto delle aliquote fiscali reali medie pagate dai lavoratori dipendenti nell’anno 2016.

I 10 paesi con le tasse più alte d'Europa
  1. FRANCIA (57,53%)
  2. BELGIO (56,9%)
  3. AUSTRIA (54,7%)
  4. UNGHERIA (54,1%)
  5. GERMANIA (52,36%)
  6. GRECIA (51,48%)
  7. ITALIA (50,13%)
  8. ROMANIA (47,62%)
  9. FINLANDIA (47,33%)
  10. SVEZIA (47,13%)

Non va certo dimenticato che l’imposizione fiscale rappresenta soltanto una faccia della medaglia nella contabilità di ogni cittadino.

L’altra faccia sono i benefici, tangibili o intangibili, che un cittadino riceve da parte dello Stato a fronte delle imposte e delle tasse pagate. In questo modo è possibile fare un bilancio completo e valutare se quanto viene versato nelle casse statali è proporzionato ai servizi ricevuti. Ma questo, soprattutto in Italia, è davvero un’altra storia…

METALLIRARI.COM © SOME RIGHTS RESERVED

1 Commento

  1. Se mi compro un paio di braghe nuove devo allungare il 22% allo stato.
    I 100€ che spendo sono già stati tassati con un’aliquota sui redditi che potrebbe essere oltre il 40%.
    Io conto un 62%.
    E allora?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend