Offshore

I 10 migliori paradisi fiscali del 2016

La mappa internazionale dei paradisi fiscali più popolari, che continuano ad attirare società e privati alla ricerca di sostanziosi risparmi fiscali.

I 10 migliori paradisi fiscali del 2016

Il beneficio principale di un paradiso fiscale è quello di risparmiare sulle tasse.

Per le persone fisiche i migliori paradisi fiscali del mondo offrono una bassa tassazione sulle plusvalenze, sugli interessi, sulle eredità e persino sui redditi personali. Le aziende possono addirittura risparmiare miliardi, dirottando i profitti a società controllate con sede in paesi con imposte societarie favorevoli.

I super-ricchi e le mega-società riescono a risparmiare milioni, se non addirittura miliardi, approfittando dei migliori paradisi fiscali esistenti. Un mondo, quello dei paradisi fiscali, che è in continuo cambiamento e la cui mappa della convenienza cambia anno dopo anno, adattandosi alle nuove normative internazionali e ai flussi di denaro provenienti da tutto il mondo.

Per il 2016, tutto fa pensare che i 10 paradisi fiscali che raccoglieranno la maggiore popolarità tra la ricca clientela internazionale saranno i seguenti:

  1. lussemburgoLUSSEMBURGO. Questo piccolo stato confinante con il Belgio, la Francia, la Germania ha una legislazione che consente alle aziende internazionali di dislocare parte del loro business nel paese. Il 33% delle aziende americane che compaiono in Fortune 500, hanno una filiale il Lussemburgo. Un esempio eccellente è Amazon, la cui sede europea si trova in Lussemburgo.
  2. isole caymanISOLE CAYMAN. Qualcuno considera queste isole come la più grande scappatoia fiscale del mondo, sia per privati che per società. Alcune aziende famose con filiali alle Isole Cayman sono: Wells Fargo, Pfizer, Pepsi e Marriott.
  3. isola di manISOLA DI MAN. Quest’isola viene definita come un centro finanziario a bassa tassazione, grazie al fatto che non esistono imposta sulle plusvalenze, sulle successioni e sulle società. Questa giurisdizione offre anche grandi benefici per le pensioni.
  4. jerseyJERSEY. Lo status di paradiso fiscale di questa piccola isola tra la Francia e l’Inghilterra risale alla metà del 20° secolo, quando molti cittadini britannici benestanti trasferirono i loro possedimenti nell’isola. Attualmente non esistono imposte per le società, con l’eccezione delle imposte gravanti sui servizi finanziari e sulle società immobiliari.
  5. irlandaIRLANDA. Il governo irlandese ha affermato che il paese non è un paradiso fiscale. Tuttavia, nella sostanza, i benefici che concede alle società con sede nel paese, lo rendono un paradiso fiscale per eccellenza. L’azienda farmaceutica Pfizer si è fusa con la Allergan per aver una sede in Irlanda. Così come Apple e Google che hanno dislocato filiali in questo paese assai generoso con le multinazionali.
  6. mauritiusMAURITIUS. È un’isola situata nell’Oceano Indiano ad est del Madagascar ed è un punto di passaggio per gli investimenti esteri diretti verso l’India. Alcune tra le società che beneficiano della favorevole giurisdizione fiscale delle Mauritius includono: JPMorgan Chase, Citigroup e Pepsi.
  7. bermudaBERMUDA. La rigida legge che protegge la privacy dei clienti delle banche ha sempre attirato molti patrimoni privati. Ma questo paradiso fiscale ospita anche numerose aziende di grandi dimensioni che beneficiano di consistenti risparmi fiscali.
  8. monacoMONACO. Questo piccolo principato non impone imposte ai residenti dal 1869. Per questo motivo alcune delle persone più ricche del mondo hanno eletto la propria residenza a Monaco. Secondo le statistiche, un residente ogni tre è milionario.
  9. svizzeraSVIZZERA. Il paese rimane uno dei principali centri finanziari mondiali, sia per le imprese che per i privati. Segretezza (anche se non agli stessi livelli del passato) e un regime fiscale favorevole rimangono i punti di forza di questo paese. Marriott, Ecolab, Pepsi, Stanley Black & Decker e Morgan Stanley sono solo alcune delle aziende che hanno stabilito le loro filiali in Svizzera.
  10. bahamasBAHAMAS. Nessuna imposta sulle plusvalenze, sulle successioni, sul reddito delle persone fisiche e sulle donazioni. Tutte agevolazioni che rendono le Bahamas un paradiso fiscale attraente sia per i privati che per le società.

METALLIRARI.COM cc SOME RIGHTS RESERVED 

5 Commenti

  1. Quali sono al momento i Paesi occidentali, possibilmente zona Europa, reputati idonei a garantire una più completa garanzia sulla privacy dei propri clienti in materia di conti correnti? In caso ve ne fossero ancora..

    1. Considerando le esigenze di privacy di un normale correntista, i paesi che qualcuno reputa idonei nel Vecchio Continente sono Bulgaria, Montenegro e Slovacchia. Per il futuro le cose cambieranno, in peggio probabilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Send this to a friend